Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute In occasione del World Patient Safety Day

Bellezza in sicurezza, le regole da seguire

Formazione, informazione e prezzo adeguato i principi guida per non pentirsi amaramente di un ritocco

3.5 di 5
Bellezza in sicurezza, le regole da seguire istock

Sì al massimo della preparazione, sì all'informazione più completa, no all'improvvisazione e no al low cost.

Il 17 settembre, in occasione della Giornata mondiale sulla sicurezza del paziente indetta dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, la Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva-rigenerativa ed Estetica (SICPRE) richiama l'attenzione sui principi guida a cui attenersi quando si prende in considerazione un intervento di chirurgia plastica. Il principo di base è che la sicurezza non è frutto del caso, ma di scelte corrette, che solo persone informate e consapevoli possono fare.
«La nostra prima raccomandazione è quella di scegliere uno Specialista in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica – dice Carlo Magliocca, presidente SICPRE -, cioè chi dopo la laurea in Medicina e Chirurgia ha studiato per altri 5 anni frequentando la Scuola di Specializzazione: niente a che vedere con la preparazione che dà un master di qualche settimana».
Preparazione vuol dire qualità dei risultati, certo, ma prima di tutto vuol dire sicurezza, una verità purtroppo periodicamente ribadita da drammatici fatti di cronaca
«Quale paziente si farebbe operare al menisco da un medico che non è specializzato in ortopedia? - prosegue Magliocca –. E chi affiderebbe la propria retina a un'estetista? Lo stesso principio di competenza e buonsenso deve portare alla scelta del chirurgo plastico Specialista che, ricordiamolo sempre, è per definizione e per formazione ricostruttivo ed estetico».


Rivolgersi a uno Sepcialista in Chirurgia Plastica vuol dire affidarsi al professionista più qualificato, in grado di dare tutte le indicazioni e di rispondere a ogni dubbio. «Nessun atto della vita è esente da rischi e la chirurgia plastica non fa eccezione – dice ancora Magliocca -. Il professionista serio illustra pro e contro, possibili evoluzioni nel tempo, eventuali necessità di reintervento, possibili evenienze negative. Tutto questo non vuol dire che la chirurgia plastica sia pericolosa, assolutamente. Ma il paziente va informato in modo esauriente e onesto, lasciandolo completamente libero di valutare e decidere».

Attenzione infine al prezzo. «Il costo di un intervento deriva da un insieme di importanti fattori – fa notare Magliocca –: dalla qualità della struttura in cui avviene, all'equipe che è presente in sala, fino al costo dei dei dispositivi eventualmente impiegati, come le protesi mammarie nel caso di aumento del seno». Tagliare in modo estremo sui prezzi, come nel caso degli interventi low cost, vuol dire tagliare anche sulla qualità e di conseguenza sulla sicurezza, un risparmio che davvero non ha senso fare.

Pubblicato il: 18-09-2022
Di:
FONTE : SICPRE – Società Italiana di Chirurgia Plastica Ricostruttiva-rigenerativa ed Estetica

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.