Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Acne: vitamina A al posto di isotretinoina?

L'isotretinoina è ampiamente utilizzata, ma è teratogena

3.5 di 5
Acne: vitamina A al posto di isotretinoina? istock

Una revisione della letteratura, pubblicata sul Journal of Drugs in Dermatology, rivela che la vitamina A può essere paragonata all’isotretinoina per quanto riguarda l’efficacia e i tassi di recidiva, ma è potenzialmente tossica e, poiché facilmente reperibile senza prescrizione medica, il suo uso va regolamentato. Questa vitamina è infatti liposolubile, cioè si scioglie non in acqua ma nei grassi del corpo dove, se assunta in eccesso, si deposita. 

«I recenti cambiamenti alla piattaforma iPLEDGE (dove è possibile registrarsi, completare il consenso informato e ricevere consulenza sui rischi associati all’utilizzo del farmaco, piattaforma attiva negli Stati Uniti) hanno reso difficile a molti medici la prescrizione di isotretinoina ai loro pazienti» hanno scritto il primo autore Madison Cook e colleghi del centro per la ricerca dermatologica nel dipartimento di dermatologia della Wake Forest University School of Medicine. «La vitamina A è stata studiata in passato per il trattamento dell’acne e potrebbe essere un possibile sostituto dell'isotretinoina ed essere utile quando il farmaco non è disponibile».

Lo studio ha riguardato l’esame della letteratura sull’impiego di vitamina A come sostituto dell’isotretinoina a partire dal 1934 al 2021 nella cura dell’acne. È stato dimostrato un miglioramento dell’acne, con tassi di recidiva del 33%, simili a quelli riscontrati con isotretinoina. Anche gli effetti collaterali sono risultati simili, in particolare effetti mucocutanei. Il problema si pone nelle donne in età fertile, per le quali sono necessari il test di gravidanza (che deve essere negativo per poter iniziare la cura), oltre ad altri esami di laboratorio come il test di funzionalità epatica e dei lipidi. 

Queste pazienti devono essere avvisate di attendere almeno 3 mesi dopo l'interruzione del trattamento prima di concepire.

«La vitamina A è conveniente e facilmente accessibile in dosi da 5.000 a 25.000 UI per capsula a circa un decimo del costo dell'isotretinoina. Alle dosi 50.000-300.000 UI al giorno può essere un valido sostituto per la gestione dell'acne quando l'isotretinoina non è disponibile» hanno concluso i ricercatori, evidenziando però un problema «tuttavia, a causa della sua teratogenicità (effetto sfavorevole del farmaco sullo sviluppo del feto), potenziale tossicità e lunga emivita, è prudente un monitoraggio rigoroso sotto controllo medico. Dal momento che è acquistabile senza prescrizione, non è possibile garantire questo monitoraggio e sarebbe essenziale una selezione e un'educazione particolarmente attenta dei pazienti».

Pubblicato il: 18-07-2022
Di:
FONTE : Pharmastar

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.