Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Disturbo bipolare, cos'è e come si affronta

Il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale caratterizzata da cambiamenti estremi di umore

3.5 di 5
Disturbo bipolare, cos'è e come si affronta istock

Il disturbo bipolare è un disturbo dell’umore che può interferire pesantemente con la vita quotidiana, il lavoro e le relazioni sociali; non si tratta di una condizione rara. 

Non è facile riconoscere subito questo disordine che, se non trattato tempestivamente, tende a peggiorare.

Il paziente tende a passare da uno stato di felicità ed esaltazione a uno stato di depressione, anche senza una ragione apparente, in modo frequente.

Esistono tre tipi principali di disturbo bipolare: bipolare I, bipolare II e ciclotimia.

Bipolare I

Bipolare I è definito dalla comparsa di almeno un episodio maniacale. Questo tipo di disturbo bipolare colpisce allo stesso modo persone di entrambi i sessi.

Bipolare II

Le persone con bipolare II sperimentano un episodio depressivo maggiore e 1 episodio ipomaniacale. Secondo uno studio del 2017, questo tipo di disturbo bipolare potrebbe essere più comune nelle donne.

Ciclotimia

Le persone con ciclotimia hanno episodi di ipomania e depressione. Questi episodi comportano sintomi più brevi e meno gravi rispetto alla mania e alla depressione causate dal disturbo bipolare I o bipolare II. Tali sintomi non scompaiono per più di due mesi ogni volta.

A cosa è dovuta questa condizione? Sebbene possa manifestarsi più di frequente in persone che hanno casi in famiglia, la famigliarità non è l’unica causa. Si sono infatti rilevati in questi soggetti alti livelli di cortisolo, l’ormone dello stress, e ci sono inoltre situazioni che possono favorire la comparsa dei disturbi, come lo stress, l’abuso di sostanze o di farmaci. 

La fase ipomaniacale o maniacale è caratterizzata da euforia e disinibizione, senso di onnipotenza, comportamenti socialmente inappropriati, impulsività. In altri casi si osserva una fase caratterizzata dalla sensazione di avere subito un torto, con conseguente comportamento aggressivo.

Che differenza c’è tra la mania e l’ipomania? Entrambi implicano sentimenti di eccitazione, impulsività e alta energia, ma l'ipomania è considerata meno grave della mania. I sintomi della mania possono influenzare la vita quotidiana, causando problemi al lavoro o a casa, mentre i sintomi dell'ipomania in genere non lo fanno.

La fase depressiva, che segue quella maniacale e ipomaniacale, è l’opposto di quella precedente, con umore molto basso, poca energia, nessun interesse.

Il trattamento può comprendere farmaci per stabilizzare l’umore, farmaci antipsicotici o antidepressivi, supporto psicologico.

Pubblicato il: 14-07-2022
Di:
FONTE : Scuole di specializzazione in psicoterapia cognitiva

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.