Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Esami radiografici: l'ortopantomografia

Questo accertamento permette di diagnosticare diverse patologie

3.5 di 5
Esami radiografici: l'ortopantomografia istock

L’ortopantomografia (OPT), comunemente detta ortopanoramica o panoramica delle arcate dentarie, è un esame radiografico che consente di valutare contemporaneamente le arcate dentarie, le ossa e i seni mascellari e la struttura ossea delle articolazioni temporo-mandibolari (le articolazioni tra le ossa temporali del cranio e la mandibola). Serve per rivelare la presenza di carie dentali, di danni ai tessuti dei denti o alle gengive, o lesioni alle ossa mascellari. Si possono anche evidenziare eventuali denti inclusi, cioè denti che non hanno raggiunto la posizione corretta all’interno della bocca, come può accadere per i denti del giudizio, o altre patologie, come per esempio la sinusite. Oltre che in odontoiatria, dove viene ampiamente usato, può essere utile anche in altri campi, come la chirurgia, l’oncologia e l’otorinolaringoiatria, in quanto può servire a individuare anche infiammazioni, cisti o tumori.

Oggi l’esame viene eseguito con nuove tecnologie digitali che permettono una minore esposizione alle radiazioni. Tuttavia, come tutti gli esami radiologici, è controindicato in gravidanza. Durante l’esecuzione il paziente deve rimanere fermo e immobile, mordendo un supporto rigido, per evitare che le arcate dentarie possano sovrapporsi. Dato che viene richiesta collaborazione da parte del paziente, difficilmente si può eseguire su bambini al di sotto dei 5 anni o su persone affette da fobie o da tremori non controllabili dovuti a patologie del sistema nervoso. Non è necessaria alcuna preparazione e non richiede molto tempo, si può stampare su pellicola o carta fotografica, ma più frequentemente viene consegnato al paziente su un supporto digitale. L’unica cosa che viene richiesta è di togliere qualsiasi accessorio metallico, come protesi dentarie mobili o piercing alla lingua. 

Nel caso in cui l’OPT non sia sufficiente a fornire dettagli precisi su alcune parti della bocca, lo specialista, in particolare l’odontoiatra, può prescrivere ulteriori indagini, come per esempio la TAC.

Pubblicato il: 30-06-2022
Di:
FONTE : Istituto Superiore di Sanità

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.