Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Ipertensione: dieta iposodica, ma... con gusto

Molti solo all'idea di mangiare con poco sale storcono il naso, ma non è poi così difficile

3.5 di 5
Ipertensione: dieta iposodica, ma... con gusto istock

Il sodio è un minerale che si trova in abbondanza nella nostra alimentazione, per cui è molto basso il rischio di incorrere in una carenza. L’eccesso, invece, è collegato all’aumento della pressione arteriosa (ipertensione), a sua volta correlato all’aumento del rischio cardiovascolare. Ovviamente il fatto di mangiare salato non è l’unica causa di ipertensione, in quanto giocano un ruolo importante anche altri fattori, quali la famigliarità, la ridotta filtrazione renale del sodio, il sovrappeso, lo stress, l’aumento del tono del sistema nervoso simpatico.

Tuttavia, chi soffre di pressione alta si sente inevitabilmente consigliare di mangiare insipido.

Chi deve ridurre il consumo di sale (cloruro di sodio) nella dieta non è certo contento e la vive come una privazione. Con il passare del tempo, però, le cose cambiano, e si comincia ad apprezzare sempre di più il sapore della minestra senza sale, così si riduce la pressione arteriosa e si mangiano cibi più salutari. È ciò che ha dimostrato uno studio condotto all'University of Kentucky di Lexington (Usa) presentato nel corso del congresso EuroHeartCare della European Society of Cardiology (ESC). Le persone coinvolte, 29 in tutto, erano ipertese e per 16 settimane hanno seguito un programma che aveva lo scopo di spiegare gli effetti benefici della riduzione di sale nell’alimentazione.

«Uno dei primi passi è stato far sì che i pazienti si rendessero conto di quanto sale stessero mangiando» ha detto la prima firmataria dello studio, Misook Chung

La diminuzione di sale è stata fatta gradualmente, e con il passare dei giorni si è visto che il gradimento aumentava, dando così modo di capire che le papille gustative sono in grado di adattarsi al cambiamento.

Pubblicato il: 01-06-2022
Di:
FONTE : Ansa Salute

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.