Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Rimedi naturali contro la forfora

Problema molto comune, la forfora non è però tutta uguale

3.5 di 5
Rimedi naturali contro la forfora istock

La forfora può essere secca o grassa, ma in ogni caso costituisce un fastidio e un problema estetico. Causa desquamazione del cuoio capelluto, rossore, irritazione e prurito, oltre alla presenza delle scaglie bianche tipiche tra i capelli. Per curarla, bisogna prima di tutto tentare di capire l’origine del problema, per esempio può essere dovuta all’eccessiva produzione di grasso da parte delle ghiandole sebacee del cuoio capelluto, o alla presenza di un fungo, più precisamente un lievito, la Malassezia, che è presente normalmente nel cuoio capelluto, ma che in alcuni casi cresce rapidamente e provoca i classici sintomi di irritazione. Anche una reazione allergica nei confronti di shampoo, tinture o lacche può essere responsabile della comparsa di forfora.

Tra i prodotti per la riduzione della forfora trovano impiego quelli a base di alukina, che favorisce il ricambio cellulare. L’alukina contiene allume di rocca, sostanza utilizzata in ambito dermatologico per la sua azione astringente utile nella regolazione della produzione di sebo, retinil pamitato, retinoide a base di vitamina A che contrasta la produzione di radicali liberi e agisce quindi come antiossidante e acido 18-beta-glicirretico, sostanza naturale che si estrae dalla liquirizia, che favorisce la cicatrizzazione delle lesioni e restituisce la compattezza del tessuto cellulare. Se ciò non bastasse, il dermatologo potrà consigliare integratori a base di una vitamina, la biotina, in associazione con antiossidanti. Altri prodotti naturali per combattere questo problema sono lozioni casalinghe a base di rosmarino e aceto, che si possono preparare aggiungendo, a freddo, foglie di rosmarino a un litro di acqua, per 10 minuti e, dopo aver filtrato, aggiungere 3 cucchiai di aceto. Si ottiene così una lozione con cui sciacquare la testa dopo lo shampoo.

Pubblicato il: 09-04-2022
Di:
FONTE : Antoninodipietro.it

© 2023 sanihelp.it. All rights reserved.