Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute La celiachia

La dieta gluten free, adeguata terapia salvavita

La dieta senza glutine è considerata, e non a torto, la terapia salvavita per le oltre 200mila persone a cui in Italia è stata diagnosticata la celiachia, o una delle altre patologie indotte dal glutine

3.5 di 5
La dieta gluten free, adeguata terapia salvavita istock

La celiachia è una malattia cronica autoimmune, che provoca un’infiammazione all'intestino tenue. A caratterizzarla è la distruzione della mucosa, che colpisce il tratto intestinale, causata da una reazione al glutine, il complesso proteico contenuto nella stragrande maggioranza dei cereali come grano, orzo, e segale.

Chi soffre di questa patologia deve mettere al bando il consumo di moltissimi alimenti contenenti cereali, e quindi pane, pasta, pizza e biscotti, ma può consumarli liberamente se prodotti con un’ottima farina senza glutine.

In commercio sono disponibili prodotti di alta qualità, e tutta una serie d’ingredienti privi di glutine, con cui preparare da sé gustosi manicaretti.

La vasta gamma di prodotti riservati ai celiaci è presente anche negli shop on line, con proposte come i mix di farine per dolci, i prodotti macinati a base di grano saraceno bio, fave, carote, zucca, riso e ceci, le soluzioni integrali, migliore alternativa alla farina bianca, rigorosamente senza glutine.

La dieta gluten free, non scambiamola per una moda

C’è una pericolosa considerazione che serpeggia fra chi opta per un’alimentazione gluten free, pur non essendo celiaco, o intollerante al glutine. Si tratta di un errore sostanziale, che porta un gran numero di persone a pensare che, un’alimentazione senza glutine, sia una dieta sana, antinfiammatoria e dimagrante. Non esiste equivoco più pericoloso, perché la dieta senza glutine non è una scelta alimentare dettata dalle tendenze del momento, ma una terapia salvavita a tutti gli effetti, come confermano medici e nutrizionisti.

Una scelta così drastica, per chi non soffre di questa patologia, può creare seri danni alla salute un po’ a tutte le età. Si tratta di problemi che non sono conseguenza della carenza di glutine, ma della mancata assunzione di fibre, di micronutrienti e di vitamine, contenute naturalmente nei cereali e in tutta un’altra serie di alimenti.

Privarsi del glutine per eliminare sintomi e ricostruire i tessuti dell’intestino

Chi soffre di celiachia deve seguire con rigore una dieta assolutamente priva di glutine. Si tratta dell’unica soluzione con cui curarsi, eliminare i sintomi, e procedere alla ricostruzione dei tessuti intestinali che, una volta avviata la terapia alimentare, tornano in condizioni ottimali nel giro di 6-18 mesi.

Seguire con rigore una dieta gluten free significa variare il proprio stile di vita, e fare estrema attenzione alla scelta degli alimenti. Per chi non intende rinunciare a pasta, pane, cereali, pizza, fette biscottate non resta che affidarsi agli alimenti realizzati con ingredienti assolutamente privi di glutine, e inserire nella dieta verdura e frutta a volontà, carne, legumi, ortaggi.

Gli ingredienti, per preparare a casa deliziose pietanze, così come i prodotti riservati ai celiaci, riportano sulla confezione la dicitura senza glutine e, a riprova della veridicità, sono inseriti nel Registro nazionale degli alimenti realizzato dal ministero della Salute.

Il Sistema sanitario nazionale mette a disposizione dei buoni spesa mensili per l’acquisto di alimenti gluten free per celiaci, tagliandi il cui importo varia a seconda dell’età e del sesso del paziente.

Che tu sia celiaco o intollerante al glutine, non pensare che dovrai evitare per sempre la pizza o un buon piatto di pasta, affidati a chi sa preparare la farina migliore per poter cucinare i tuoi piatti preferiti senza remore.

Pubblicato il: 28-12-2021
Di:
FONTE : redazione

© 2022 sanihelp.it. All rights reserved.