Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Polipi nasali: diagnosi e terapia

I polipi nasali si formano più frequentemente nei soggetti allergici

3.5 di 5
Polipi nasali: diagnosi e terapia iStock

I polipi sono rigonfiamenti anormali delle mucose, che possono svilupparsi in varie parti del corpo, procurando più o meno disagio. Noi prenderemo in considerazione i polipi nasali, che si riscontrano maggiormente negli adulti di sesso maschile, in particolare se allergici o se soffrono di sinusiti (infezioni dei seni paranasali) ricorrenti. 
I polipi nasali, se sono di piccola dimensione, non danno disturbi e spesso se ne ignora la presenza. 
Se sono di dimensioni considerevoli possono causare una sintomatologia varia, che comprende: 
naso chiuso
difficoltà di respiro
russamento
respirazione attraverso la bocca
anosmia
dolore facciale
scolo retronasale
sensazione di pressione su fronte e viso
Non si conosce la causa della formazione dei polipi, ma sembra che l’infiammazione cronica delle mucose nasali, l’allergia, l’asma e la sensibilità all’aspirina possano giocare un ruolo.
La diagnosi in genere si basa sull'esame obiettivo, con una visita dell’otorinolaringoiatra. 
Il trattamento prevede la somministrazione di un corticosteroide spray topico o, se necessario, in compresse, come mometasone, beclometasone, flunisolide, farmaci antistaminici se la comparsa dei polipi è legata a una reazione allergica, e antibiotici nel caso sia presente un’infezione batterica.
I polipi più grossi vanno invece rimossi chirurgicamente. Dopo l’intervento, vengono spesso prescritti spray a base di cortisonici per tenere sotto controllo la situazione prevenendo una recidiva.
Nei pazienti con rinosinusite cronica grave con poliposi nasali, i farmaci biologici, come dupilumab, sono indicati nel ridurre i polipi e nel migliorare i sintomi, come terapia aggiuntiva a corticosteroidi intranasali per il trattamento di adulti nei quali la terapia con corticosteroidi sistemici e/o la chirurgia non forniscono un controllo adeguato della malattia.

Pubblicato il: 03-09-2021
Di:
FONTE : Istituto Superiore di Sanità

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.