Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Covid, la FDA approva il vaccino di Pfizer e BioNtech

La Food and Drugs Administration statunitense (FDA) ha approvato definitivamente il vaccino anti Covid Comirnaty della Pfizer/BioNTech

1.38 di 5
Covid, la FDA approva il vaccino di Pfizer e BioNtech iStock

Con l’approvazione della FDA il vaccino Comirnaty non ha più un’autorizzazione di emergenza, ma una piena approvazione.
Molti pensano che questo rappresenti un valido incentivo per gli indecisi, che non hanno più alibi validi per rifiutare la somministrazione del vaccino, e potrebbe anche far scattare l’obbligo, se non per tutti, almeno per qualche categoria di lavoratori. 
La FDA sta inoltre valutando di approvare anche un altro vaccino anti-Covid prodotto negli Stati Uniti, quello dell'azienda farmaceutica Moderna. Lo sapremo di sicuro tra qualche settimana. 
«L'approvazione di questo vaccino da parte della FDA è una pietra miliare mentre continuiamo a combattere la pandemia di COVID-19. Mentre questo e altri vaccini hanno soddisfatto i rigorosi standard scientifici della FDA per l'autorizzazione all'uso di emergenza, come primo vaccino COVID-19 approvato dalla FDA, il pubblico può essere molto fiducioso che questo vaccino soddisfi gli elevati standard di sicurezzaefficacia e qualità di produzione che la FDA richiede per un prodotto approvato», ha detto il commissario della FDA Janet Woodcock, «mentre milioni di persone hanno già ricevuto in sicurezza i vaccini COVID-19 riconosciamo che, per alcuni, l'approvazione di un vaccino da parte della FDA può ora infondere ulteriore fiducia per farsi vaccinare. La pietra miliare di oggi ci mette un passo più vicino a modificare il corso di questa pandemia negli Stati Uniti».
La FDA ha analizzato la sicurezza del vaccino e gli eventuali rischi connessi alla sua somministrazione, concludendo che gli effetti collaterali più comuni erano mal di testa, affaticamento, brividi, febbre, arrossamento nel luogo di iniezione e confermando l’aumento del rischio di infiammazione al cuore, in particolare nei giovani maschi, che comunque rimane un evento raro.  

Pubblicato il: 30-08-2021
Di:
FONTE : Pharmastar

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.