Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Il bimbo fa i capricci a tavola: come gestire la situazione

Cosa fare se il rapporto tra il bambino e il cibo è difficile

3.5 di 5
Il bimbo fa i capricci a tavola: come gestire la situazione iStock

Insegnare ai bambini a mangiare in modo sano ed equilibrato non è semplice. Naturalmente non si può pretendere che il bimbo abbia un’alimentazione sana se mamma e papà mangiano spesso il cosiddetto cibo spazzatura. Il buon esempio prima di tutto.
Il cibo non rappresenta solo un nutrimento, ci sono anche dei risvolti emotivi, affettivi e relazionali da prendere in considerazione. Sta di fatto che, quando ai genitori piacerebbe gustarsi un pasto in santa pace, il bambino proprio non ne vuole sapere…
Alcuni esperti dell’Università del Kentucky hanno eseguito uno studio proprio per dare qualche suggerimento in merito.
La prima cosa da fare è cercare di rendere il momento del pasto il più rilassato possibile, senza stressare il piccolo perché mangi tutto anche se non ne ha voglia. Se non si sente costretto, è probabile che mangi quello che desidera senza la sensazione di essere continuamente osservato.
I pasti vanno organizzati tenendo conto delle sue preferenze, ma non accontentandolo in tutto e per tutto, anche perché così facendo mangerebbe sempre le stesse cose.
È importante anche incoraggiarlo a provare nuove pietanze, nuovi sapori, affinché la sua alimentazione sia il più varia possibile. 
Bisogna cercare di limitare il consumo di bevande prima del pasto, perché darebbero un senso di sazietà che potrebbe far sì che il bambino rifiuti il cibo. Anche la merenda va consumata a un orario prestabilito, evitando di mangiucchiare continuamente qualcosa.
Qualche piccola regola di buona educazione sarà di aiuto: a tavola si mangia con la famiglia, quindi niente cellulare, tablet, giochi. I più grandicelli aspetteranno che tutti abbiano finito di mangiare per alzarsi da tavola, ai più piccoli potrebbe essere permesso di alzarsi quando hanno finito ciò che avevano nel piatto.
Un ultimo suggerimento: e se provassimo a coinvolgerlo nella preparazione del cibo? Può darsi che ciò lo invogli a mangiare più volentieri.

Pubblicato il: 23-08-2021
Di:
FONTE : Ansa Salute

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.