Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Infezioni della pelle: la micosi

Le infezioni micotiche si contraggono soprattutto frequentando piscine e andando al mare, molto meno in collina o in montagna

3.5 di 5
Infezioni della pelle: la micosi iStock

L’ambiente caldo-umido, il sudore della pelle, la ridotta protezione offerta dalle calzature estive e le molteplici occasioni di contatto (spiaggia, piscina, palestra) costituiscono fattori di rischio per le infezioni micotiche della pelle. Ci sono inoltre delle condizioni fisiche predisponenti, associate a una diminuzione delle difese immunitarie, come nel caso di soggetti anziani o non in buono stato di salute, persone sottoposte a terapie farmacologiche immunosoppressive, diabetici. 
I funghi tendono a localizzarsi nelle pieghe cutanee, sotto le unghie e nei piedi.
Come ci si rende conto di aver contratto l’infezione? Le micosi appaiono come macchioline chiare sulla pelle, oppure, sulla pelle abbronzata, come macchie biancastre, non abbronzate.
La micosi può essere diagnosticata dal dermatologo anche con una semplice occhiata, ma in caso di dubbi si può ricorrere a un esame colturale.
Nella maggior parte dei casi le micosi si possono gestire con prodotti per uso topico, disponibili in varie formulazioni: crema, gel, soluzione, polvere, spray. La durata della terapia è di circa 20-30 giorni per le micosi della cute e dei peli o maggiore per le micosi delle unghie. L’applicazione deve essere effettuata con costanza e regolarità sulla pelle asciutta e pulita. Nelle dermatiti da pannolino, oltre all’utilizzo della crema antimicotica consigliata dal pediatra, è bene aumentare la frequenza dei cambi ed evitare l’uso di pannolini con rivestimenti in plastica. In caso di piede d’atleta, l’uso di una formulazione in polvere consente di cospargere anche le calze e le scarpe per evitare reinfestazioni e per ridurre l’umidità locale. Quando il medico lo ritiene necessario, si può ricorrere alla somministrazione di farmaci per via sistemica, per es. in un paziente immunocompromesso o in chi, per varie ragioni, non possa seguire un’appropriata terapia topica. Tra i principi attivi antimicotici, sistemici e non, più comuni ricordiamo: ketoconazolo, clotrimazolo, econazolo, miconazolo, metronidazolo, fluconazolo e terbinafina.
La prevenzione è molto importante, bisogna ricordare che nelle piscine e nelle docce comuni vanno indossate delle ciabatte, che in caso di infezione conclamata gli asciugamani e la biancheria non vanno condivisi per non rischiare la trasmissionee che bisogna scegliere un detergente adatto, meglio se consigliato dallo specialista.

Pubblicato il: 20-08-2021
Di:
FONTE : Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.