Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Arancio amaro: fa perdere peso? Non solo

L'arancio amaro è una pianta i cui frutti, fiori e foglie vengono utilizzati a scopo medicinale

3.5 di 5
Arancio amaro: fa perdere peso? Non solo iStock

Le arance amare, come gli altri agrumi, contengono vitamina C e altre vitamine, ma difficilmente, a causa del loro sapore non proprio gradevole, vengono consumate al naturale.
Il nome scientifico è Citrus aurantium, il cui estratto è uno dei composti impiegati in prodotti per il controllo del peso corporeo o delle performance sportive. 
costituenti chimici che interessano sono oli essenziali (neroli), citroflavonoidi, sinefrina (amina simpaticomimetica), cumarine e furocumarine.
Queste sostanze sono in grado di influenzare il funzionamento del sistema nervoso e cardiocircolatorio. 
Per queste proprietà l’arancio amaro può essere usato sotto forma di integratori e di prodotti da applicare sulla pelle, per esempio contro la cellulite. 
Negli integratori si usa per promuovere sia l'appetito che la perdita di peso (questo grazie al suo contenuto in sinefrina), contro i disturbi digestivi, il raffreddore, la tosse e la sindrome da stanchezza cronica, problemi gastrointestinali come stitichezza, diarrea e meteorismo, per controllare i livelli di zuccheri e di lipidi nel sangue, per favorire la salute cardiovascolare e contro le malattie di fegato e reni.
L’olio essenziale è tra i rimedi naturali utilizzati contro la depressione. 
L’arancio amaro può tuttavia interferire con terapie farmacologiche in atto, per cui bisogna porre attenzione e chiedere sempre al medico o al farmacista prima dell’assunzione.
Sono state infatti segnalate interazioni con antidepressivi, ipotensivi, antiaritmici, tiroxina, caffeina. Anche chi assume farmaci per la disfunzione erettile dovrebbe evitare l’uso contemporaneo.
Le persone affette da diabete, ipertensione arteriosa, ipertiroidismo, malattie psichiatriche, i bambini e le donne in gravidanza dovrebbero evitarne l’utilizzo. 

Pubblicato il: 17-08-2021
Di:
FONTE : Curenaturali.it

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.