Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Covid: anche gli organi addominali possono essere colpiti

Il virus colpisce prevalentemente le vie respiratorie, ma non si limita a quelle

3.8 di 5
Covid: anche gli organi addominali possono essere colpiti iStock

Il Covid può colpire anche l’apparato gastrointestinale: lo rivela uno studio effettuato in collaborazione tra le scuole radiologiche di Pisa e di Napoli e pubblicato sul World Journal of Gastroenterology.
Già sapevamo che la patologia colpisce principalmente il sistema vascolare e i polmoni, con polmonite e insufficienza respiratoria. Ora apprendiamo che il tratto gastrointestinale, il sistema epatobiliare, il pancreas, l'apparato urinario e la milza possono essere a loro volta coinvolti.
I pazienti con sintomatologia addominale e gastrointestinale possono essere sottoposti a esami radiologici come la tomografia computerizzata con acquisizione multifasica e l'ecografia. Sebbene infatti il virus non determini segni radiologici specifici nel distretto addominale e gastrointestinale, il contributo offerto dalla diagnostica per immagini può aiutare il medico nella diagnosi e per capire la gravità della malattia.
Lo studio è stato condotto da Piero Boraschi, medico radiologo dell'Aoup (Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana), coadiuvato da Francescamaria Donati (della stessa struttura), da Stefania Romano dell'ospedale di Pozzuoli (Napoli) e da Luigi Giugliano e Giuseppe Mercogliano, specializzandi dell'Università di Napoli Federico II.
I segni radiologici più frequenti, spiegano i ricercatori, sono l'ispessimento della parete intestinale e la distensione fluida del grosso intestino. Raramente sono presenti segni di ischemia o pneumatosi intestinale. 
Le più frequenti manifestazioni radiologiche del coinvolgimento del fegato sono la steatosi epatica e la litiasi biliare. Più raramente, nel Covid-19 si possono osservare la pancreatite acuta, l'infarto renale e il danno renale acuto da necrosi tubulare acuta. 
Inoltre, è stato rilevato aumento delle dimensioni delle dimensioni della milza.

Pubblicato il: 16-08-2021
Di:
FONTE : Ansa Salute

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.