Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Medicina di genere: perché è importante

Dal punto di vista della salute, che differenze ci sono fra uomini e donne?

3.5 di 5
Medicina di genere: perché è importante iStock

Ci sono numerosi studi che dimostrano una diversa sensibilità alle malattie e una diversa reazione alle terapie tra donne e uomini.

La vita media delle donne è più lunga di quella degli uomini, ma il problema è che le donne si ammalano di più e subiscono maggiormente gli effetti collaterali dei farmaci.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce Medicina di Genere lo studio dell'influenza delle differenze biologiche (sesso), socio-culturali e economiche, definite come genere, sulla frequenza, i sintomi e la gravità delle malattie che colpiscono uomini e donne e, in generale, sullo stato di salute e di malattia di ogni persona. 
Ci sono anche altri fattori che influenzano la medicina di genere, come l’alimentazione, l’abitudine al fumo, l’alcol, l’attività fisica, l’obesità o la magrezza, tutti elementi che influenzano lo sviluppo e l’andamento delle malattie. Quando parliamo di malattie, ci riferiamo a tutti i settori della medicina, a patologie che colpiscono entrambi i sessi.

Conoscere le differenze, infatti, significa curare al meglio, con terapie mirate, ciascuna persona.

La prima e principale differenza sta nei cromosomi: XX per la donna, XY per l’uomo. 

Anche se qualche differenza tra i sessi si può notare già in età prepubere, il ruolo più importante è quello degli ormoni sessuali, in particolare estrogeni e progesterone nella donna e androgeni nell’uomo. Questi ormoni, che controllano lo sviluppo delle caratteristiche secondarie femminili e maschili, svolgono altre importanti funzioni, tra cui importanti effetti sulle risposte del sistema immunitario, che sono in generale più efficaci nella donna.

La medicina ha sempre messo l’uomo al centro degli studi, lasciando alla donna i soli aspetti relativi alla riproduzione.

Ultimamente però si è chiarito che questo atteggiamento non era corretto, in quanto la donna non è diversa dall’uomo solo per l’aspetto, ed è importante personalizzare quanto più possibile la terapia, che sia più aderente alle specifiche necessità di ciascuno e quindi più efficace ed economica.

Pubblicato il: 02-07-2021
Di:
FONTE : Istituto Superiore di Sanità

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.