Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

La gravidanza durante la pandemia

Covid e gravidanza: un binomio che fa paura

3.5 di 5
La gravidanza durante la pandemia iStock

Le donne in gravidanza, come tutto il resto della popolazione, devono rispettare scrupolosamente le norme anticontagio dettate dalle autorità.

Gli studi eseguiti in Italia ci dicono, tuttavia, che le gravide non sono più suscettibili delle altre donne all’infezione da Sars Cov2. Nel caso di contagio, i sintomi sono di solito lievi o moderati (febbre, stanchezza, tosse) anche se in qualche caso si è manifestata polmonite, ma si è notato invece un aumento del numero di bambini nati pretermine, prima della 37° settimana di gravidanza. Non c’è invece evidenza, al momento, che l’infezione materna da Covid 19 causi aborto.

Per le donne in gravidanza è molto importante evitare di contrarre la malattia, rispettando le raccomandazioni:

mantenere il distanziamento fisico; 

usare la mascherina;

lavarsi frequentemente le mani o, in assenza di acqua e sapone, passare un gel disinfettante;

per il lavoro, se possibile, chiedere lo smart working;

contattare amici e parenti tramite telefono o mail;

evitare l’uso dei mezzi pubblici;

arieggiare frequentemente gli ambienti di casa e pulire le superfici con alcol o candeggina diluita.

Per quanto riguarda la vaccinazione, le donne in gravidanza e allattamento non sono state incluse negli studi di valutazione dei vaccini autorizzati, per cui non se ne sa molto. Il vaccino potrebbe essere indicato in donne gravide che svolgono professioni ad alto rischio di contagio, come le operatrici sanitarie, o in donne con particolari patologie. In questi casi va fatta un’accurata valutazione da parte dei sanitari.

Se una donna scopre la gravidanza subito dopo la vaccinazione, allo stato attuale delle conoscenze non ci sono rischi particolari, mentre se rimane incinta tra la prima e la seconda dose di vaccino, si può rimandare quest’ultima a dopo la nascita del bambino.

Le donne che allattano possono sottoporsi alla vaccinazione senza problemi.

Pubblicato il: 28-06-2021
Di:
FONTE : Istituto Superiore di Sanità

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.