Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Dieta equilibrata con i bambini? Scegliete il menù con loro

L'obiettivo da raggiungere è gettare le basi di una sana alimentazione, che assicuri una crescita nutrizionalmente corretta e sia fondamento di un buon regime alimentare in futuro

4.2 di 5
Dieta equilibrata con i bambini? Scegliete il menù con loro iStock

Mangiare bene, sano, variato ed equilibrato: un concetto ormai sentito ripetere infinite volte da nutrizionisti ed esperti. In particolar modo quando ci si occupa della alimentazione di un bambino; apprendere buoni abitudini ed educare il gusto a cibi naturali è sicuramente più facile da piccoli, che dover cambiare errate pratiche consolidate nel tempo da adulti.

Eppure, alla prova dei fatti, quando è il momento di mettere le pietanze in tavola le cose sembrano più complicate del previsto. Frutta e verdura raramente vengono accolti con entusiasmo. Un atteggiamento forse causato dai messaggi che arrivano dalla pubblicità; oppure dalla tradizione di collegare il cosiddetto junk food a momenti di festa e divertimento. O ancora, dalle inconsce convinzioni dei genitori stessi. Ma quale che sia l’origine, l’obiettivo da raggiungere resta lo stesso: gettare le basi di una sana alimentazione, che assicuri una crescita nutrizionalmente corretta e sia fondamento di un buon regime alimentare in futuro.

Come fare? Coinvolgendo il bambino stesso nella scelta delle pietanze.

Creare il menù

Avere una programmazione del menù settimanale della famiglia è una scelta consigliatissima. Intanto, per gli adulti che si occupano di cucinare; è un modo per ottimizzare tempi e costi. Un menù permette di fare la spesa in modo mirato, senza sprechi e senza lasciarsi prendere dalla voglia del momento quando si è al supermercato.

Per far mangiare bene anche i bambini senza bloccarvi su pericolosi capricci, un metodo funzionale è quello di coinvolgerli proprio nella stesura del menù per tutta la famiglia. È un compito importante, e loro saranno contenti di essere considerati all’altezza di decidere per tutti.

Per essere sicuri di creare un menù equilibrato, partite dalle indicazioni generali sull’alimentazione. Potete trovare consigli interessanti di approfondimento sull’alimentazione per i più piccoli in questo articolo sulla piramide alimentare bambini: dieta sana ed equilibrata.

Poi, non vi resta che mettervi al lavoro.

Colori e disegni

Lo hanno fatto anche i dietologi: consigliano le diverse porzioni di frutta e verdura in base ai colori. Sfruttate questo metodo per convogliare l’interesse dei più piccoli, soprattutto quelli che ancora non sanno scrivere. Individuate alimenti arancioni, rossi, verdi, disegnateli e poi distribuiteli nei pasti della settimana. L’immagine catturerà l’attenzione del bambino a colpo d’occhio, e lui saprà subito cosa è previsto da mangiare quel giorno.

Tabella con stickers

Per rendere l’esperienza ancora più divertente, recuperate degli stikers attacca e stacca, da utilizzare per diverse settimane. Se non li trovate, o se volete avere davvero un lavoro fai da te che vi faccia passare qualche ora con il vostro bambino, realizzateli voi stessi. Stampate o disegnate gli alimenti su un semplice foglio di carta, poi plastificateli.

È un lavoro che potete far fare in cartoleria; oppure, in maniera più artigianale, potete ottenere una versione casalinga ricoprendo il foglio con nastro adesivo da pacco trasparente. Ritagliate le immagini e attaccatele sul menù, con una puntina o un pezzetto di scotch, a seconda di come è fatto: potete infatti usare un pannello di sughero, o un semplice cartoncino da attaccare al frigo coi magneti. Potrete riutilizzare le immagini più volte.

Libera scelta

Perché questo esperimento funzioni, è importante permette al bambino di scegliere il più possibile, naturalmente sempre guidato. Imparerà, fra le altre cose, anche a rispettare i gusti degli altri, mettendo in menù quello che piace a papà o alla sorella. Ma, d’altra parte, anche lui deve avere ciò che desidera. L’obiettivo è ottenere che il bambino apprezzi gli alimenti sani, non tanto cercare stratagemmi perché impari ad accettarli nel piatto.

Invitatelo quindi a esprimersi e a indicare ciò che preferisce, e inseritelo. Forse vi toccherà una sera mangiare un panino con cetrioli, ma è un compromesso a cui si può scendere

E le eccezioni?

Ogni regola ha le proprie eccezioni, quindi concedetele. Sia nella preparazione del menù, che durante la settimana.

La piramide alimentare non esclude nulla, nemmeno i dolci. Quindi, se vostro figlio vi chiede la sua torta preferita, mettetela in programma, preparatela e fategli trovare la giusta quantità. E se per un pasto chiede di cambiare le pietanze? Beh, per un pasto si può fare. Fatevi vedere accomodanti e lui lo sarà maggiormente con voi. A patto, però, che resti una eccezione!

Pubblicato il: 14-05-2021
Di:
FONTE : Linee guida per una sana alimentazione italiana - salute.gov.it

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.