Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Una pratica chirurgica al maschile: la circoncisione

Consiste nella rimozione del prepuzio, il lembo di pelle scorrevole che riveste la parte terminale del pene

4.25 di 5
Una pratica chirurgica al maschile: la circoncisione iStock

La circoncisione è praticata per prevenzione e cura nei casi di restringimento del prepuzio (fimosi) o in presenza di malattie, come ripetute infiammazioni del glande. È inoltre diffusa tra i musulmani, gli ebrei e diverse popolazioni africane, presso i quali viene eseguita per motivi religiosi o come simbolo di identità culturale.

È comune anche negli Stati Uniti, dove si pratica per motivi igienici, mentre in Italia viene eseguita per prevenire o risolvere problemi di salute.

La circoncisione è consigliata principalmente in caso di:

·    fimosi, incapacità di far scorrere sul glande la pelle (prepuzio) che lo riveste, a causa di un anormale restringimento del prepuzio, se il problema non si risolve con l’età o con l’applicazione di creme specifiche, applicate localmente per un paio di mesi;

·     infezioni croniche delle vie urinarie, in quanto la circoncisione può ridurre la frequenza di tali infezioni, soprattutto nei bambini sotto i due anni;

·    balanite (infezione del glande) e balanopostite (infezione di glande e prepuzio), che di solito vengono trattate con antibiotici da applicare localmente e con antimicotici. Ultimamente, però, la disponibilità di farmaci efficaci ha reso meno necessario il ricorso a tale pratica;

·    eiaculazione precoce.

La circoncisione viene eseguita da un chirurgo o da un urologo, in regime di day-hospital, ed è molto importante affidarsi a strutture ospedaliere, per non correre rischi, in quanto l’intervento può essere pericoloso se effettuato in luoghi non sterili da personale non medico.

Dopo l’operazione il pene si gonfierà e si arrosserà, dando bruciore, per cui si potrà applicare una crema specifica e, se necessario, somministrare un antidolorifico per bocca. Evitare di lavare il pene per 3 giorni per non far sciogliere i punti di sutura prima che la ferita si sia rimarginata. 
 

Pubblicato il: 09-02-2021
Di:
FONTE : Amicopediatra.it

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.