Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Covid: un altro campanello d'allarme è la pelle

Non solo febbre, tosse e altri sintomi simili a quelli dell'influenza: anche la pelle (ma non è una novità assoluta) è coinvolta in questa infezione virale

3.5 di 5
Covid: un altro campanello d'allarme è la pelle iStock

Uno studio italiano, condotto con il supporto della Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST) e pubblicato sul Journal of the American Academy of Dermatology, ha individuato sei alterazioni cutanee che possono essere collegate al Coronavirus in vari stadi della malattia.

Le manifestazioni cutanee rilevate sono:

1) un quadro clinico simile all’orticaria, 

2) un’eruzione morbilliforme sia agli arti che al tronco; 

3) una reazione cutanea tipo varicella; 

4) presenza di lesioni tipo geloni; 

5) livedo reticularis, simile a ecchimosi da trauma; 

6) vasculite, con un colorito rosso vinoso e possibile formazione di ulcere sugli arti inferiori.

Il coordinatore dello studio, che è stato condotto su 200 pazienti in tutta Italia, è Angelo Valerio Marzano, Professore Ordinario di Dermatologia e Direttore della Scuola di Specializzazione in Dermatologia e Venereologia dell’Università degli Studi di Milano, Associate Editor dell’Italian Journal of Dermatology and Venereology, che tra l’altro è stato uno dei primi pazienti ricoverati per Covid nel febbraio 2020.

«La durata media delle manifestazioni cutanee osservata - afferma Angelo Valerio Marzano - è stata di 12 giorni; quella dei geloni era di 22 giorni. Inoltre, abbiamo rilevato che i geloni erano il sintomo prevalente tra i giovani ed erano associati ad una manifestazione quasi sempre asintomatica del virus, mentre tutti gli altri fenotipi erano collegati a una forma più o meno severa».

La ricerca non è tuttavia terminata, in quanto si vogliono studiare i meccanismi con i quali il virus produce queste lesioni cutanee, dopo essersi introdotto nell’organismo attraverso l’apparato respiratorio. 

Pubblicato il: 07-02-2021
Di:
FONTE : Ansa Salute

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.