Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Se il bimbo non vuole fare la nanna

Il sonno è un bisogno vitale, molto importante per l'organismo

3.5 di 5
Se il bimbo non vuole fare la nanna iStock

Alcuni bambini dormono tranquillamente di notte, fin dalla nascita; altri si svegliano continuamente, piangono o vogliono giocare. Ma anche i bimbi soffrono di insonnia come gli adulti?

Un bambino che dorme serenamente alle ore stabilite rassicura i genitori sulla sua tranquillità, mentre le alterazioni del sonno, come la fatica ad addormentarsi oppure il sonno notturno di breve durata, i risvegli frequenti e gli incubi notturni, generano ansia, frustrazione e disagio sia nel bambino che nei suoi genitori.

Come possiamo comportarci di fronte a questo problema?

COMPORTAMENTI SI

mantenere costanti gli orari per coricarsi e svegliarsi al mattino;

evitare sonnellini troppo lunghi/frequenti durante la giornata;

dargli la buonanotte e uscire dalla stanza in modo che si addormenti da solo;

evitare attività stimolanti in cameretta (videogiochi, tv, computer);

fare in modo che possa dormire in un ambiente tranquillo e rilassante;

stabilire un rituale per il sonno: succhietto/ lettura di una breve favola/ bacino della buonanotte.

COMPORTAMENTI NO

farlo giocare a tarda sera per farlo stancare (è controproducente);

dargli da bere the o bevande stimolanti tipo cola prima di andare a letto;

cullarlo e farlo addormentare in braccio, nel passeggino o nel lettone; c’è anche chi propone un giretto in macchina per favorire il sonno (se poi c’è la neve o piove a dirotto?);

farlo giocare con i capelli o le mani della mamma o del papà;

lasciarlo piangere disperato fino allo sfinimento nel suo lettino senza intervenire: è meglio entrare e rassicurarlo spiegandogli che non è abbandonato.

Se nonostante questi accorgimenti la situazione non migliorasse, il pediatra potrà consigliare un rimedio naturale per conciliare il sonno, per esempio uno sciroppo a base di melatonina o prodotti erboristici di norma ben tollerati. Teniamo però presente che durante il primo anno di vita è normale che il lattante si svegli più volte nel corso della notte, per cui, prima di agire, è bene consultarsi con il medico o il farmacista.

Pubblicato il: 08-02-2021
Di:
FONTE : Ospedale Pediatrico Bambino Gesù

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.