Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Mangiare la soia fa bene?

Ci sono pareri contrastanti in merito

3.5 di 5

Molti sono convinti che le sostanze nutritive che la soia contiene possano essere collegate a benefici per la salute, come livelli di zuccheri nel sangue più bassi, miglioramento della salute del cuore, riduzione dei sintomi della menopausa e forse anche un minor rischio di alcuni tumori.

Tuttavia, altri sono preoccupati perchè temono che mangiare troppa soia possa aumentare il rischio di cancro al seno, ostacolare la funzione tiroidea o avere effetti femminilizzanti negli uomini, solo per citarne alcune delle preoccupazioni.

Esaminiamo le ultime prove scientifiche di cui siamo a conoscenza per capire se il consumo di soia ha maggiori probabilità di avere effetti positivi o negativi sulla salute.

I semi di soia sono naturalmente ricchi di proteine ​​e contengono tutti gli aminoacidi essenziali, grassi vegetali, fibre, diverse vitamine, minerali e composti vegetali benefici.

I semi di soia sono inoltre una fonte naturale di polifenoli, antiossidanti che aiutano a proteggere il corpo dai danni cellulari. I semi di soia sono particolarmente ricchi di isoflavoni, una sottoclasse di polifenoli denominati fitoestrogeni grazie alla loro capacità di attivare i recettori degli estrogeni nel corpo, che si ritiene siano uno dei motivi principali alla base dei numerosi presunti benefici per la salute degli alimenti a base di soia.

A causa della loro struttura simile, si ritiene spesso che gli isoflavoni di soia imitino l'ormone estrogeno, per questo sono spesso presenti in integratori per combattere i disturbi della menopausa. Durante la menopausa, i livelli di estrogeni di una donna diminuiscono naturalmente, provocando sintomi spiacevoli, come affaticamento, secchezza vaginale e vampate di calore.

Legandosi ai recettori degli estrogeni nel corpo, si ritiene che gli isoflavoni di soia aiutino a ridurre in qualche modo la gravità di questi sintomi.

Diversi studi suggeriscono che le diete ricche di cibi a base di soia possano aiutare a ridurre il colesterolo LDL (cattivo) e aumentare il colesterolo HDL (buono).

Alcune ricerche suggeriscono che le donne che mangiano diete ricche di soia possono beneficiare di una migliore fertilità, ma sembra che non sia la stessa cosa per gli uomini.

Attualmente, alcune di queste considerazioni sono supportate da solide basi scientifiche. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche. Coloro che desiderano includere la soia nella loro dieta trarrebbero beneficio dalla scelta di cibi minimamente trasformati rispetto a quelli altamente trasformati.

La cosa importante, però, è consumare soia entro certi limiti, in quanto l’esagerazione può portare a ottenere effetti opposti.

Pubblicato il: 25-01-2021
Di:
FONTE : Healthline.com

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.