Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Dermatite atopica grave nei bambini: approvato dipilumab

È stata autorizzata la commercializzazione di dipilumab in Europa per bambini tra 6 e 11 anni

3.5 di 5
Dermatite atopica grave nei bambini: approvato dipilumab iStock

La dermatite atopica, nelle forme gravi, causa prurito intenso e conseguenti lesioni cutanee, screpolature, arrossamento e crosticine sulla pelle. Anche il sonno e la concentrazione possono essere disturbati e il bambino può esserne colpito anche emotivamente, tendendo a isolarsi.

Dipilumab, un anticorpo monoclonale, è l’unico farmaco non cutaneo approvato in Europa per il trattamento della dermatite atopica grave nei bambini tra 6 e 11 anni.

La terapia porta a un miglioramento dello stato della pelle, che risulta priva o quasi di lesioni, con notevole riduzione del prurito e quindi miglioramento della qualità di vita.

«Da medico che quotidianamente incontra pazienti e famiglie che convivono con la dermatite atopica grave, ho verificato in prima persona l’enorme impatto di questa malattia sulla salute fisica e mentale dei più piccoli e di chi si prende cura di loro» spiega Ketty Peris, Società Italiana di Dermatologia medica, chirurgica, estetica e delle Malattie Sessualmente Trasmesse, «per i bambini con dermatite atopica grave vi sono oggi poche opzioni di trattamento, mentre sono significativi i bisogni insoddisfatti. Dupilumab ha mostrato, con un profilo di sicurezza ed efficacia consolidato, di ridurre l’estensione delle lesioni e la gravità complessiva della malattia, agendo sul prurito e migliorando la qualità della vita dei pazienti. Inoltre, la nostra esperienza di oltre due anni di utilizzo di dupilumab nel paziente adulto ci conferma l’efficacia del farmaco nella pratica clinica e ci rassicura sul suo utilizzo anche nei bambini. Contiamo di poter dare presto risposte sostanziali ai loro bisogni e a quelli delle loro famiglie, che oggi subiscono un forte impatto da questa malattia».

Pubblicato il: 16-12-2020
Di:
FONTE : Pharmastar

© 2021 sanihelp.it. All rights reserved.