Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

È il momento del bagnetto

Il bagnetto contribuisce all'igiene quotidiana, ma non solo: è un importante momento di contatto tra il genitore e il neonato

3.5 di 5

Il bagnetto riveste una grande importanza per il neonato, poiché rappresenta un’occasione di contatto tra la mamma e il bambino, per questo motivo bisogna fare in modo che questo sia un momento piacevole, di gioco; se ciò non accadesse e il piccolo mostrasse fastidio o, peggio, piangesse a contatto con l’acqua, è bene non insistere e cercare invece di capire il motivo di questo disagio, provando magari a parlargli con calma o a farlo giocare. Il bagnetto si può fare fin dai primi giorni di vita del bambino, nella vasca normale o meglio nelle apposite vaschette per bambini, che devono essere di materiale igienico, facile da pulire e non scivoloso; per maggior sicurezza si può mettere sul fondo un tappetino antiscivolo. La vaschetta va appoggiata su un piano stabile, e non ci si deve allontanare mai, neppure per un secondo perché, come tutte le mamme sanno, i bambini sono abilissimi nel combinare danni anche sotto gli occhi vigili dei genitori, figuriamoci a perderli di vista…. 

Prima di iniziare, accertarsi che il locale sia ben riscaldato e di avere a portata di mano tutto quello che occorre. 

Per tenere la testa del piccolo, utilizzare la mano non dominante, la destra se si è mancini e la sinistra se si è destrorsi, mentre l’altra mano sarà usata per lavarlo. Meglio lavare le varie parti del corpo, con particolare attenzione alle pieghe (ascelle, inguine) lasciando per ultima la zona del pannolino.

Nelle bimbe la pulizia dei genitali deve essere sempre fatta dall’alto verso il basso, per evitare di trasportare batteri dall’ano alle vie urinarie.

La temperatura dell’acqua deve essere intorno ai 37° C e il prodotto da usare vi potrà essere consigliato dal farmacista tra i tanti in commercio, in base alle caratteristiche della pelle del piccolo. 

Dopo il bagno, si potrà applicare una pasta per prevenire gli arrossamenti, mentre è da evitare l’uso del talco per la possibilità che venga inalato dal bambino; esiste oggi in commercio un »talco fluido», proprio per ovviare a questo inconveniente. 

Pubblicato il: 14-10-2020
Di:
FONTE : Amicopediatra.it

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.