Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute salute

Dopo la vacanza cadono i capelli? Niente panico!

Sole, acqua salata, salsedine: i capelli, adesso che la vacanza è finita, chiedono il conto

3.5 di 5
Dopo la vacanza cadono i capelli? Niente panico! iStock

Le vacanze sono terminate, noi ci siamo rilassati, ma non i nostri capelli, che appaiono sfibrati, indeboliti: bisogna correre ai ripari. 

Per restituire alla chioma un aspetto sano e lucente, esistono in commercio prodotti specifici, ad azione ristrutturante. 

Lo shampoo dovrà avere pH fisiologico ed essere adatto al tipo di capello (secco, fragile, grasso) o al tipo di problema che caratterizza il cuoio capelluto (forfora). Da evitare gli shampoo aggressivi, che contribuirebbero a peggiorare la situazione del capello, già indebolito. 

Lo shampoo deve essere massaggiato con delicatezza sul cuoio capelluto, e lasciato agire per qualche minuto, in modo che possa esercitare la sua funzione. Dopo le classiche due passate, si procede al risciacquo con acqua tiepida, poiché l’acqua troppo fredda non sgrassa bene e quella troppo calda danneggia il fusto del capello. 

Importante l’uso del balsamo e/o della maschera, ad azione nutritiva e restituiva. Questi prodotti contengono sostanze ristrutturanti, tra cui glicerina, aloe, miglio, soia, aminoacidi. 

Anche l’asciugatura richiede qualche precauzione: è meglio tenere il phon a circa venti centimetri di distanza dal cuoio capelluto e la temperatura dell’aria non deve essere eccessivamente calda. Al ritorno dalle vacanze, o all’inizio dell’autunno, è del tutto normale e fisiologico che la perdita sia più abbondante del solito, e riguarda i capelli che hanno concluso il loro ciclo vitale, che presto saranno sostituiti da nuovi capelli che stanno già crescendo; se tuttavia questa caduta sembrasse davvero eccessiva, particolarmente nei giovani uomini, è consigliabile una visita dermatologica per escludere un’iniziale alopecia, in modo da intervenire subito nel modo più corretto. 

In farmacia sono in vendita diversi tipi di fiale anti-caduta, a base di aminoacidi, glicoproteine, minerali, allo scopo di restituire alla radice gli elementi che ne stimolano naturalmente la crescita e di normalizzare la produzione sebacea, che soffoca il follicolo pilifero, da parte del cuoio capelluto. Anche per via orale è possibile intervenire con integratori a base degli stessi principi attivi che si è visto essere carenti in caso di alopecia, come aminoacidi, minerali e vitamine, spesso con aggiunta di estratti naturali. Ricordiamo tuttavia l’importanza dell’alimentazione nella salute del capello: la dieta deve essere equilibrata e il più variata possibile, comprendente frutta e verdura di stagione, quali fonte di vitamine e minerali, carne, pesce e uova, contenenti le proteine animali, e cereali come pasta e riso, che forniscono amidi, proteine vegetali e alcune vitamine e minerali. 

Pubblicato il: 08-09-2020
Di:
FONTE : adnkronos

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.