Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Vista affaticata e stanchezza mentale? Rallentiamo i ritmi

L'affaticamento della vista può essere esso stesso il sintomo di una più generale stanchezza mentale, la quale può insorgere in un periodo della nostra vita particolarmente impegnativo.

3.5 di 5
Vista affaticata e stanchezza mentale? Rallentiamo i ritmi iStock

Vista affaticata, mancanza di concentrazione, svogliatezza e cerchio alla testa: inequivocabili segnali di stanchezza mentale! Questi disturbi insorgono spesso quando si fa un uso impegnativo e protratto della vista. A stancare la vista sono diverse attività, come ad esempio utilizzare a lungo il computer, leggere e studiare intensamente, affrontare un lavoro cognitivo complesso. Vediamo come affrontare il problema.
 

Vista affaticata, da cosa può dipendere?

La sensazione di occhi stanchi rappresenta un disturbo in genere riconducibile ad attività, spesso lavorative, che richiedono un uso intenso o prolungato della vista. Questo disturbo è frequentemente legato a una o più delle seguenti cause:

Uso prolungato del computer o di altra tecnologia;

Lettura e studio intensi e continuati per molte ore;

Guida di un veicolo per molte ore consecutive (anche per motivi di lavoro);

Esposizione a luci intense o abbaglianti;

Sforzo della vista in ambienti con scarsa luminosità.

Stress e fatica possono agire da fattori aggravanti.

Attenzione all'uso prolungato dei dispositivi tecnologici: stancare la vista potrebbe causarci problemi più seri nel lungo periodo.

Vista affaticata e stanchezza mentale, quale correlazione?

L’affaticamento della vista può essere esso stesso il sintomo di una più generale stanchezza mentale, la quale può insorgere in un periodo della nostra vita particolarmente impegnativo. La stanchezza può manifestarsi in vari modi:

Affaticamento e ridotta forza muscolare;

Diminuita capacità di recupero;

Mancanza di concentrazione e di attenzione;

Vuoti di memoria e mal di testa;

Spossatezza e svogliatezza;

Sonnolenza diurna;

Affaticamento e ridotta forza muscolare;

Questi sintomi possono dipendere da:

Lavoro usurante e studio intenso.

Il lavoro richiede attenzione e concentrazione per varie ore. Il multitasking può bruciare molte delle nostre energie, così come la concentrazione sui libri, soprattutto in vista di un esame o di una prova impegnativa.

Scarsa qualità del sonno notturno.

Un riposo notturno irregolare o insufficiente può compromettere l’intera giornata. È necessario stabilire una routine del sonno ed evitare di fare le ore piccole, specie se ci aspetta una giornata tosta.

Cambio stagionale e variazioni climatiche.

La stanchezza è normale ed è la reazione del nostro organismo alle variazioni climatiche, alle aumentate o diminuite ore di luce.

Come contrastare stanchezza mentale e vista affaticata?

Per alleggerire la stanchezza e la sensazione di occhi affaticati, possiamo seguire alcune regole. Ecco quali.

Riposiamo la vista

È importante distogliere lo sguardo dallo schermo ogni 15-30 minuti e prendersi una breve pausa. Inoltre, almeno una volta ogni ora può essere utile alzarsi in piedi e fare qualche passo.

Indossiamo occhiali adeguati 

Il riflesso della luce dello schermo su alcuni occhiali da vista può affaticare lo sguardo. Cerchiamo dunque di utilizzare occhiali con lenti idonee a lavorare molte ore davanti a uno schermo.

Utilizziamo una illuminazione corretta

Quando utilizziamo il computer, l’ambiente dovrà essere adeguatamente illuminato. La luce ideale è circa la metà di quella presente nella maggior parte degli uffici. Meglio attenuare la luce esterna con tende o persiane, ridurre l’illuminazione interna utilizzando un minor numero di lampadine o led oppure scegliere lampadine a bassa intensità.

Se possibile, collochiamo lo schermo che utilizziamo in modo da avere le finestre a lato, anziché di fronte o alle nostre spalle. Tra le fonti luminose artificiali, preferiamo lampade a terra o alogene, per una illuminazione indiretta.

Dormiamo a sufficienza

Cerchiamo di coricarci più o meno sempre alla stessa ora. Dormiamo almeno 7- 8 ore per notte. Prima di dormire, riduciamo fonti luminose e fonti di disturbo, per non rendere difficoltoso l’addormentamento e non appesantire ulteriormente la vista.

Seguiamo una dieta completa e ben bilanciata

La stanchezza mentale può essere peggiorata anche da una dieta inadeguata. Non abbuffiamoci né saltiamo i pasti, ma introduciamo tutti i nutrienti necessari ad avere un organismo in salute. Beviamo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, per mantenerci idratati.

Assumiamo un integratore alimentare

Talvolta abbiamo bisogno di uno stimolo in più per fare il pieno di energia. Possiamo utilizzare un integratore alimentare con una formulazione equilibrata di vitamine, sali minerali e altri nutrienti, per fornire un valido sostegno all’organismo in tutti i casi di stress psicofisico. Inoltre, scegliamo un prodotto con Vitamina B5, per favorire prestazioni mentali normali.

Pubblicato il: 05-09-2020
Di:
FONTE : www.salute.gov.it

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.