Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Quando il cuore batte forte

Chi di noi non ha provato, in certe situazioni, a sentire il cuore che va a mille? A volte però è una vera e propria patologia

3.5 di 5
Quando il cuore batte forte iStock

Tecnicamente si chiama tachicardia e consiste nell’aumento del numero di battiti cardiaci al minuto. 

In condizioni di riposo la frequenza cardiaca è regolare e, generalmente, è compresa tra 60 e 100 pulsazioni al minuto.

Se però la frequenza cardiaca è superiore a 100 battiti al minuto, si parla di tachicardia. Aumenta, temporaneamente, durante l’attività fisica, in situazioni di stress, per traumi o malattie che inducono lo stato febbrile (tachicardia sinusale), per poi tornare nella norma. 

Altri fattori che possono causare tachicardia sono effetti collaterali di farmaci, squilibri elettrolitici, stili di vita poco salutari.
Episodi di tachicardia sono, quindi, comuni e di solito non rappresentano motivo di allarme.

Se, in condizioni di riposo e senza una causa scatenante, il cuore batte più forte della norma, può esserci un'anomalia che produce segnali elettrici molto frequenti, dando luogo ad aritmia.

Quando il cuore batte troppo velocemente, non è in grado di pompare efficacemente il sangue in tutto il corpo e, quindi, gli organi e i tessuti dell’organismo non ricevono più il necessario quantitativo di ossigeno. 

Possono comparire così dei sintomi quali affanno, palpitazioni, dolori al petto, senso di svenimento.

La diagnosi, oltre alla visita medica, prevede accertamenti quali elettrocardiogrammaecocardiogramma holter cardiaco.

La cura della tachicardia si rivolge alle cause che la provocano, a rallentare la frequenza cardiaca durante l’attacco, a prevenire episodi futuri e a ridurre al minimo il rischio che possano comparire delle complicazioni.

Se non curata, infatti, la tachicardia può compromettere il funzionamento del cuore e causare complicazioni.

La prevenzione mira a ridurre il rischio di sviluppare malattie cardiovascolari. È necessario quindi seguire uno stile di vita corretto, con un’alimentazione varia e bilanciata, evitare il fumo, praticare una moderata attività fisica.

Pubblicato il: 15-06-2020
Di:
FONTE : Istituto Superiore di Sanità

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.