Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Cos'è la gotta e come si cura

La gotta è una patologia metabolica caratterizzata da elevati livelli di acido urico nel sangue

3.5 di 5
Cos'è la gotta e come si cura iStock

Normalmente, l'acido urico viene eliminato con le urine, ma quando i suoi livelli nel sangue sono troppo alti i reni non sono in grado di eliminarlo, così si accumula come cristalli nelle articolazioni o nei tessuti circostanti, provocando vari disturbi: attacchi improvvisi di dolore, gonfiore e arrossamento delle articolazioni. L’articolazione più colpita è quella dell'alluce, ma possono essere interessati anche dita, polsi, gomiti e ginocchia e caviglie.

In caso di dolore acuto a un’articolazione è bene rivolgersi al medico in quanto, se la gotta non viene curata, l’infiammazione può progredire fino ad arrivare a limitare i movimenti dell’articolazione.

La terapia consiste in un’alimentazione bilanciata e nell'assunzione di farmaci antinfiammatori, come ibuprofene e indometacina, o cortisonici, prescritti dal medico, oltre a farmaci, come allopurinolo, che regolano i livelli di acido urico nel sangue.

Questa patologia è molto influenzata dallo stile di vita e colpisce più frequentemente gli uomini, sebbene la sua frequenza nelle donne aumenti con la menopausa.

Per prevenirne la comparsa, bisogna mantenere un peso corporeo ottimale e limitare il consumo di carne (soprattutto frattaglie) e frutti di mare, così come di bevande alcoliche o molto zuccherate.

Quali sono i fattori di rischio? 

-       obesità

-       alcune terapie farmacologiche, per esempio con diuretici tiazidici

-       età e sesso

-       alimentazione ricca di carne e pesce e consumo di bevande zuccherate o alcoliche

-       familiarità

La gotta non è sempre facile da riconoscere, in quanto può essere confusa con l’artrite, un esame del sangue per misurare l’uricemia può essere utile, anche se si possono avere sintomi in presenza di livelli di acido urico normali o non averne con livelli elevati.

Pubblicato il: 21-02-2020
Di:
FONTE : ISS Istituto Superiore di Sanità

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.