Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Un problema fastidioso: la candidosi vaginale

Il fungo è normalmente presente nel nostro organismo, ma in particolari condizioni può diventare patogeno e causare fastidiosi problemi

3.5 di 5
Un problema fastidioso: la candidosi vaginale iStock

La candidosi è una malattia piuttosto comune, che colpisce molte donne in età fertile, causata da Candida albicans, fungo, o meglio lievito, normalmente presente sulle mucose genitali e nel cavo orale.

Se di solito non procura fastidio, in determinate condizioni di debolezza dell’organismo, per esempio leggeri stati di deficit immunologico, uso di farmaci, come antibiotici, pillola contraccettiva, ecc., la Candida può prendere il sopravvento sugli altri microrganismi presenti, provocando fastidiosi sintomi.

La donna colpita da questo problema riferisce di avvertire prurito e bruciore alle parti intimeperdite biancastre dense che ricordano la ricotta, a volte dolore alla vulva soprattutto durante i rapporti sessuali e alla minzione.

Nell’uomo la candida  si presenta con un’eruzione cutanea e un’infiammazione evidente della pelle del pene, con bruciore della zona infiammata, più raramente la comparsa di perdite biancastre e la formazione di materia grumosa giallastra intorno al prepuzio.

La Candida si trasmette attraverso i rapporti sessuali oppure utilizzando asciugamani da bidet o biancheria intima di persone infette. Tuttavia, come accennato, l’infezione può insorgere anche spontaneamente nei casi di indebolimento del sistema immunitario.

La terapia della candidosi può essere locale, se sufficiente, con creme, ovuli o lavande vaginali, oppure sistemica, con trattamento antifungino in compresse.

Il trattamento va eseguito in entrambi i partner, altrimenti si rischia la trasmissione ripetuta a vicenda (effetto ping pong). 

La prevenzione consiste innanzitutto in rapporti sessuali protetti, inoltre può essere utile indossare biancheria intima di cotone, evitando capi in nylon come collant per le donne, e preferire i boxer agli slip per gli uomini.

Pubblicato il: 22-01-2020
Di:
FONTE : Ministero della salute

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.