Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Glaucoma: cause, cure, prevenzione

Il glaucoma è una vera e propria malattia dell'occhio, le cui cause sono correlate ad una eccessiva pressione intraoculare.

3.67 di 5
Glaucoma: cause, cure, prevenzione iStock

Si calcola che in Italia ne soffra circa un milione di soggetti, che spesso si rendono conto della malattia solo dopo un certo tempo. Visto che solo agendo tempestivamente è possibile frenare l’avanzata della malattia è importante effettuare visite oculistiche periodiche; questo sin dalla giovane età, intensificandole però con l’invecchiamento.

I sintomi del glaucoma
Esistono diverse tipologie di glaucoma, così come varie possono esserne le cause. Per questo motivo i sintomi di tale patologia possono essere vari; tra i sintomi del glaucoma possiamo annoverare dolore a un occhio, o a entrambi, nausea, riduzione della vista più o meno intensa, riduzione della visione periferica. Chi soffre di glaucoma acuto può avvertire questi sintomi in modo improvviso, a volte associati anche ad arrossamento degli occhi. Il glaucoma cronico invece ha una progressione molto più lenta e sintomi quasi inavvertibili, per questo è importante recarsi dall’oculista periodicamente, in modo da scongiurare la presenza di tale patologia. A lungo andare il glaucoma può portare all’ipovisione, parziale o totale.

Le cause del glaucoma
Il glaucoma si sviluppa a causa di un aumento della pressione all’interno dell’occhio. Tale problematica può essere dovuta a varie cause, tra cui la presenza di un ostacolo che impedisce all’umor acqueo di defluire, portando a un progressivo aumento della pressione intraoculare. Può anche capitare che si presenti un’occlusione dell’angolo irido-corneale in modo improvviso, con un rapido aumento della pressione intraoculare. Alcune malattie possono causare ostacoli al deflusso dei fluidi interni dell’occhio, come avviene ad esempio per alcuni diabetici, oppure ci possono essere motivazioni congenite. In questo caso i primi sintomi del glaucoma si manifestano già nell’infanzia, con sensibilità alla luce, occhi appannati, aumento della dimensione degli occhi, strabismo.

Fattori predisponenti
Sono da considerarsi fattori predisponenti alcune caratteristiche che risultano spesso associate al glaucoma. Come ad esempio l’ipertensione oculare, la miopia, la presenza di casi di glaucoma in famiglia o anche l’età: con l’aumentare degli anni le probabilità che il glaucoma insorga aumentano.

La cura del glaucoma
Un glaucoma privo di cure per lunghi periodi di tempo può portare alla completa cecità. Da notare anche che spesso la malattia tende a svilupparsi più rapidamente in un singolo occhio; in molti casi però affliggerà anche l’altro occhio, limitando in modo importante la vista del soggetto. Per poter intervenire è importante avere una diagnosi precoce, che si ottiene esclusivamente attraverso un esame diretto da parte dell’oculista. Nel caso in cui si presentino numerosi fattori predisponenti, si soffra di diabete o di pressione alta è ancora più importante effettuare regolari controlli dall’oculista. La cura del glaucoma consiste essenzialmente nel ridurre la pressione intraoculare, per limitare le problematiche correlate alla capacità visiva e per limitare i danni al nervo visivo. A tale scopo si utilizzano appositi colliri, la cui scelta dipende dal tipo di glaucoma di cui soffre il singolo soggetto. Si tratta di una malattia, per qualsiasi tipo di problematica correlata alla salute degli occhi è consigliabile rivolgersi al medico di famiglia e all’oculista di fiducia.

Pubblicato il: 24-12-2019
Di:
FONTE : Essilor Italia S.p.A.

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.