Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Salute

Oppioidi nel trattamento dell'emicrania

Un recente studio ha rivelato che, nonostante questi farmaci siano molto usati per il trattamento dell'emicrania, spesso i risultati sono peggiori rispetto ad altre terapie

3.5 di 5
Oppioidi nel trattamento dell'emicrania iStock

Lo studio ha confrontato i pazienti con emicrania che attualmente usano oppioidi con quelli che non li hanno mai usati o non li usano più. Il motivo della ricerca è l'evidenza che, nonostante ciò che è attualmente noto sulla loro mancanza di efficacia nel trattamento dell'emicrania, questi farmaci continuano a essere prescritti comunemente.

«L'uso di oppiacei per l'emicrania rimane un grosso problema. Ciò sottolinea la continua necessità di una migliore comprensione della fisiopatologia dell'emicrania e dei miglioramenti nella cura. Sullo sfondo dell'epidemia di oppiacei negli Stati Uniti, è preoccupante che le persone con emicrania stiano ancora usando oppioidi», ha dichiarato la prof.ssa Sait Ashina, assistente professore di neurologia e anestesia presso la Harvard Medical School di Boston, che ha diretto lo studio.

Un sondaggio ha fornito i dati per lo studio OVERCOME (Observational Survey Of The Epidemiology, Treatment And Care of Migraine), del 2018, che si sono basati su criteri diagnostici nella classificazione internazionale dei disturbi del mal di testa.

Il campione era rivolto ai soggetti con emicranie più frequenti: quattro giorni di emicrania al mese o più, per lo più femminili e per lo più bianchi. Sono state analizzate diverse variabili oltre alla gravità e al numero di mal di testa, tra cui dolore cronico al collo e alla schiena, fibromialgia, artrosi, ansia e depressione.

Il risultato è che l'uso di oppiacei è stato associato a peggioramenti del dolore e aumento del mal di testa.
«Al momento abbiamo terapie convenzionali e più specifiche per l'emicrania che si sono dimostrate più sicure ed efficaci. Gli operatori sanitari, i medici prescrittori e i pazienti devono essere istruiti sui rischi associati all'uso di oppioidi e sui trattamenti specifici per l'emicrania attualmente disponibili» ha aggiunto la prof.ssa Ashina.

 

Pubblicato il: 20-12-2019
Di:
FONTE : Observational Survey Of The Epidemiology, Treatment And Care of Migraine

© 2020 sanihelp.it. All rights reserved.