Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Cannabis e aritmie cardiache

Abusare di cannabis fa male al cuore sin da giovanissimi

Secondo due ricerche statunitensi congiunte, in età giovanile la cannabis può mettere in difficoltà il cuore, aumentando l'incidenza di aritmie cardiache e persino il rischio di ictus

4 di 5
Abusare di cannabis fa male al cuore sin da giovanissimi iStock

Due ricerche statunitensi congiunte - recentemente presentate alla sessione annuale dell’American Heart Association, che raduna gli esperti statunitensi di malattie cardiache - sostengono che in età giovanile la cannabis può mettere in difficoltà il cuore, aumentando l’incidenza di aritmie cardiache e persino il rischio di ictus.

Le ricerche sono state condotte su un vasto campione di pazienti, ricoverati in ospedale per aritmie di varia natura tra il 2010 e il 2014, periodo in cui in diversi Stati degli Usa si è diffusa la legalizzazione e sono giunte alla conclusione che chi assume spesso cannabis è esposto al rischio di aritmie, a volte pericolose, superiore del 50% rispetto a chi non fuma.

Sul campione esaminato, sono risultati più esposti al rischio di ospedalizzazione le fasce di popolazione afroamericana, tra i 15 e i 24 anni, benché l’abuso di cannabis sia più comune tra i maschi bianchi, tra i 45 e i 54 anni. Lo studio non prova come questo possa accadere, ma mette in rilevo soltanto la correlazione tra aritmia e abuso di droga.

I rischi tuttavia non si fermano qui. Tarang Parekh, ricercatore in politiche sanitarie, ha guidato un gruppo di studiosi dell’Università George Mason di Fairfax, in Virginia, esaminando un campione di 43 mila persone tra i 18 e i 44 anni, di cui il 14% aveva consumato cannabis almeno una volta negli ultimi trenta giorni. Chi tra loro usava cannabis almeno dieci giorni al mese aveva la pressione sanguigna più alta e tale da far crescere di 2,5 volte il rischio di ictus in giovane età. A ciò si aggiunge il fatto che per chi, oltre a usare frequentemente cannabis, fuma anche sigarette o sigarette elettroniche, il rischio cresce di 3 volte rispetto ai non consumatori.

Pubblicato il: 14-11-2019
Di:
FONTE : American Heart Association

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.