Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute I benefici della corsa sulla longevità

Correre ti allunga la vita

Da uno studio è emerso che la corsa, a prescindere dal tempo che le si dedica e dall'intensità con cui si svolge, è collegata a un rischio significativamente più basso di mortalità

3.5 di 5

Correre aiuta a vivere più a lungo, ad attestarlo è un team di ricercatori della Victoria University di Melbourne, i quali precisano che la durata non importa e nemmeno conta quanti chilometri riusciamo a percorrere né quante volte ci alleniamo. In sostanza, secondo lo studio pubblicato sul British Journal of Sports Medicine, la corsa, a prescindere dal tempo che le si dedica e dall'intensità con cui si svolge, è collegata a un rischio significativamente più basso di mortalità per qualsiasi causa, e in particolare per malattie cardiovascolari e per cancro.

Per giungere a questa conclusione i ricercatori hanno  esaminato i dati provenienti da studi precedenti, concentrandosi sulla quantità di corsa e sul rischio di morte per tutte le cause, e per malattie cardiovascolari e cancro in particolare. Sono state coinvolte 232 mila persone, monitorate tra i 5 ai 35 anni; durante questi anni si sono registrati 25 mila decessi nel campione preso in esame. 

Dal confronto e dalle analisi dei dati è emerso che qualsiasi dose di corsa è associata a un rischio di mortalità inferiore del 27% per tutte le cause e per entrambi i sessi, rispetto a chi non svolge questa attività fisica. Nello specifico, poi, i ricercatori hanno osservato un rischio inferiore del 30% di morte per malattie cardiovascolari e del 23% per cancro. 

Il nuovo studio, quindi, suggerisce che anche piccole dosi di corsa, come per esempio una volta alla settimana per meno di 50 minuti a sessione a una velocità inferiore agli 8 km l'ora, sembrano essere associate a significativi benefici per la salute e la longevità. Una dose, quindi, nettamente inferiore a quella raccomandata dagli esperti secondo cui bisognerebbe svolgere almeno 150 minuti di attività fisica vigorosa a settimana. Ciò potrebbe quindi rappresentare un incoraggiamento per tutti coloro il cui principale ostacolo è la mancanza di prestanza fisica e di tempo e da dedicare allo sport.

Pubblicato il: 07-11-2019
Di:
FONTE : British Journal of Sports Medicine

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.