Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

SPP Italy: un incontro tra scienza, giornalismo e politica

Il prossimo 26 ottobre l'evento che si svolgerà a Cambridge si propone come momento per parlare di scienza, giornalismo e politica a cavallo tra Italia e Regno Unito

3.5 di 5
SPP Italy: un incontro tra scienza, giornalismo e politica  SPP Italy

Sono oltre 5000 i ricercatori italiani che lavorano nel Regno Unito: tutte queste menti con il loro sapere come possono contribuire e partecipare alla vita pubblica del loro paese di origine? In che modo è possibile diffondere le conoscenze scientifiche, garantendone al contempo affidabilità e accettabilità da parte della società e di chi ha rappresentanza politica? Sono queste alcune dei quesiti che verranno sollevate durante la conferenza Science Policy and the Public - SPP Italy 2019 il prossimo 26 Ottobre presso il St. John's College di Cambridge, Regno Unito (https://spp2019.github.io/conference/).

Il simposio verterà su tre temi chiave: ambiente e infrastrutture, sanità pubblica e biotecnologia, tecnologie digitali. Questi temi verranno discussi da scienziati e politici di alto rilievo nel campo della Sanità e delle Biotecnologie quali Marco Cappato (attivista dell’Associazione Luca Coscioni per la Libertà di Ricerca Scientifica) e Carlo Rinaldi (professore di Neurologia a Oxford), dell’Ambiente e delle energie rinnovabili quali Giorgia Giardina (docente all'Università di Bath) e Andrea Taramelli (professore associato presso lo IUSS di Pavia), e delle tecnologie digitali, quali Silvia Chiappa (ricercatrice presso Google Deepmind) e Riccardo Luna (giornalista, già Digital Champion italiano).

Prenderanno parte alla discussione gli onorevoli Angela Schirò, Massimo Ungaro e Alessandro Fusacchia.  Durante la giornata evento, dunque, saranno analizzati temi quali la necessità di energia accessibile e sostenibile, le questioni etiche in materia di salute e biotecnologie, i cambiamenti sociali e demografici nonché la gestione dei flussi migratori. Gli atteggiamenti scettici di chiusura e di scarsa fiducia nella scienza e nelle sue potenzialità ha reso queste sfide molto meno sostenibili di quanto ci si auspicasse.

«In un mondo sempre più complesso, un buon rapporto tra società civile, scienziati e policy maker è fondamentale sia per il progresso scientifico che per quello sociale – ha dichiarato Antonio Guarino, Presidente dell’Association of Italian Scientists in the UK (AISUK) che ha anche spiegato - una buona comprensione dello stato dell’arte nella ricerca scientifica può aiutare i policy maker a prendere decisioni informate, considerando le opportunità disponibili, i costi e benefici di scelte diverse. Allo stesso tempo, il mondo della ricerca può rendersi più attento alla divulgazione scientifica e alla comprensione dei sistemi di decisione politica. La conferenza si colloca in un quadro più ampio di iniziative volte a favorire un proficuo dialogo tra scienza, pubblico e politica, come ad esempio la campagna #ScienzaInParlamento (www.scienzainparlamento.org) supportata da AISUK».

«Spp rappresenta una grande sfida che non si limita al puro dialogo fra le parti, ma mira a individuare gli strumenti e tracciare i percorsi per una scienza dall’immediato impatto sulla vita pubblica» conclude Caterina Garone, MRC Mitochondrial Biology Unit Alumni, University of Cambridge, Group Leader, University of Bologna. #SPPitaly2019

Pubblicato il: 21-10-2019
Di:
FONTE : SPP Italy

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.