Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Apparecchi acustici: quale scegliere

Grazie alle moderne tecnologie è possibile imbattersi in un'ampia gamma di modelli di apparecchi acustici.

3.5 di 5
Apparecchi acustici: quale scegliere iStock

Per far fronte ai diversi disturbi che interessano l’apparato uditivo esistono diverse tipologie di apparecchi acustici di Audibel, in grado di migliorare nettamente la performance delle nostre orecchie.

Grazie alle moderne tecnologie è possibile imbattersi in un’ampia gamma di modelli presenti sul mercato, che vanno incontro alle esigenze di ogni singolo paziente, poiché è possibile scegliere apparecchi acustici personalizzabili, la scelta in questo caso dipende da diversi fattori, che possono cambiare da individuo a individuo.

Per apparecchi acustici personalizzabili, si intendono protesi in grado di adattarsi completamente all’anatomia del paziente, rendendogli così la vita più pratica e funzionale. Sono apparecchi realizzati individualmente e in grado di adattarsi perfettamente alla forma dell’orecchio.

Solitamente si tratta di protesi dalle dimensioni discrete che risultano anche comode per chi le indossa, poiché alcuni modelli possono essere introdotti direttamente nel condotto uditivo così da risultare invisibili.

La scelta mirata di un apparecchio acustico rispetto a un altro deve dipendere principalmente dalle proprie attività giornaliere, in modo da facilitare e migliorare le condizioni di vita del paziente, agevolandolo nella quotidianità.

Oltre al fattore pratico, però non va sottovalutata la gravità del disturbo che interessa ogni singolo individuo. Poiché per ogni stadio della patologia corrisponde una diversa tipologia di apparecchio.

E in base alla tipologia è necessario tenere conto anche dell’impegno economico, anche se la qualità dell’apparecchio dovrà essere sempre messa al primo posto rispetto alla sua economicità.

Le tipologie

Esistono diverse tipologie di apparecchi acustici personalizzati, come:

Invisibile-nel-canale (IIC): sono apparecchi che vanno inseriti direttamente nella seconda curva del canale uditivo e sono completamente invisibili, perché dalle dimensioni molto ridotte. Sono particolarmente indicati per chi vuole uno strumento discreto da indossare ma allo stesso tempo mantenere una buona performance uditiva;

Completamente-nel-canale (CIC): questo tipo di apparecchio si adatta completamente al canale uditivo, anche se hanno delle dimensioni un po’ più grandi della protesi precedentemente illustrata. Anche in questo caso si ottiene il massimo della discrezione, perché l’apparecchio risulta invisibile, e diffonde un suono ottimale;

Nel-Canale (ITC): questa tipologia di apparecchi è la più grande di dimensioni, dunque più visibile, ma aggiunge delle funzioni interessanti rispetto agli altri, come la possibilità di poter regolare il volume;

Retro auricolare (BTE): a dispetto degli apparecchi precedenti non si introduce dentro il condotto uditivo ma va semplicemente appoggiato dietro l’orecchio, al quale si adatta completamente. Ideale per i pazienti di giovane età, presenta delle batterie dalla durata maggiore e può anche collegarsi ad altri dispositivi mobili;

Ricevitore nel canale (RIC): molto simile al BTE ma con la differenza che il ricevitore viene introdotto direttamente nel canale uditivo. Piccolo e discreto vanta di una eccellente qualità audio naturale.

I nuovi e moderni apparecchi acustici, inoltre, sfruttano le più moderne tecnologie, come ad esempio quelle in grado di collegarsi ai propri apparecchi mobili, come lo smartphone: sia durante una semplice conversazione telefonica o anche durante l’ascolto di musica. Questa tipologia di apparecchi offre un suono ottimale, anche in ambienti particolarmente rumorosi, riducendo fischi e ronzii fastidiosi.

Pubblicato il: 09-10-2019
Di:
FONTE : Starkey

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.