Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Il vaccino per il papillomavirus protegge anche i maschi

Immunità di gregge grazie al vaccino sul Papillomavirus

Negli Stati Uniti la percentuale di infezioni orali da Papillomavirus umano sono calate del 37% tra gli uomini non vaccinati, probabilmente grazie all'aumento di vaccinazioni contro l'HPV nella popolazione femminile

3.5 di 5
Immunità di gregge grazie al vaccino sul Papillomavirus iStock

L'immunità di gregge è, in medicina, una forma di protezione indiretta che si verifica quando la vaccinazione di una parte significativa di popolazione finisce con il fornire una tutela anche agli individui che non hanno sviluppato direttamente l'immunità. Un perfetto esempio di questo concetto è stato recentemente espresso attraverso uno studio americano pubblicato sul Journal of the American Medical Association: negli Stati Uniti la percentuale di infezioni orali da Papillomavirus umano sono calate del 37% tra gli uomini non vaccinati, probabilmente - sostiene lo studio - grazie all'aumento di vaccinazioni contro l'HPV nella popolazione femminile.

L'infezione da Papillomavirus umano si trasmette per via sessuale ed è responsabile della quasi totalità dei tumori al collo dell'utero e del 40% di quelli orofaringei. In Australia, dove il vaccino contro i ceppi maggiormente oncogeni di HPV è stato introdotto gratuitamente dal 2007 e quindi esteso alla maggior parte degli adolescenti (femmine e maschi), il cancro alla cervice potrebbe essere presto eradicato.

Negli USA, dove è stato condotto lo studio, l'immunizzazione contro i ceppi più diffusi del virus è presente dal 2006 per le ragazze e dal 2011 per i ragazzi. Nel corso degli anni, la percentuale di vaccinati è salita da zero al 5,8% per i maschi e dal 7,3% al 15,1% per le femmine. Gli scienziati dell’americano National Cancer Institute hanno così deciso di indagare la prevalenza, in questo arco di tempo, delle infezioni orali da HPV nei maschi non vaccinati: una ricerca che ha coinvolto 14 mila adulti dal 2009 al 2016.

Ebbene, la prevalenza dei due ceppi di HPV negli uomini adulti non vaccinati da cui protegge il vaccino è scesa, nel periodo esaminato, dal 2,7 all'1,6% sul totale: un calo di infezioni da HPV pari al 37%. Poiché queste persone non erano state direttamente immunizzate, si pensa che a proteggerle sia stata l'immunità di gregge: aumenta attorno a loro la percentuale di donne che si vaccinano per prevenire i tumori cervicali, e per un effetto boomerang gli uomini sono protette da una delle maggiori cause dei tumori orofaringei.

Pubblicato il: 27-09-2019
Di:
FONTE : Journal of the American Medical Association

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.