Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Un nuovo farmaco disponibile per la leucemia

Un nuovo farmaco a disposizione in Italia per la terapia della leucemia mieloide acuta correlata alla terapia (t-AML) o AML con cambiamenti correlati a mielodisplasia (AML-MRC)

3.5 di 5
Un nuovo farmaco disponibile per la leucemia iStock

Si stima che ogni anno in Italia ci siano circa 800 nuovi casi di leucemia mieloide acuta correlata alla terapia (t-AML) o AML con cambiamenti correlati a mielodisplasia (AML-MRC). L'AML è un tumore del sangue che inizia nel midollo osseo dove vengono prodotte la maggior parte delle nuove cellule del sangue del corpo umano.

Le cellule malate eliminano le cellule sane e si spostano nel flusso ematico dove possono diffondere il cancro ad altre parti del corpo.

L'età media alla diagnosi è di 72 anni e la prognosi dell'AML peggiora progressivamente con l'età. 

C'è anche una tolleranza ridotta per la chemioterapia intensiva con l'età dei pazienti.

I pazienti con t-AML o AML-MRC hanno alcuni dei più bassi tassi di sopravvivenza di tutti i tipi di AML e sono quindi riconosciuti come soggetti con AML ad alto rischio.

Un trapianto di cellule staminali ematopoietiche (HSCT) può essere un'opzione di trattamento curativo per i pazienti.

Ricevere una diagnosi di t-AML o AML-MRC comporta basse possibilità di sopravvivenza rispetto a  tutti i sottogruppi con diagnosi di AML.

è da poco disponibile in Italia un farmaco specifico per questa condizione: si tratta di una formulazione liposomiale innovativa composta da due molecole, daunorubicina e citarabina, che vengono rilasciate con un rapporto molare fisso e sinergico. 

È la prima chemioterapia che ha dimostrato un significativo vantaggio di sopravvivenza globale rispetto all'attuale standard di trattamento, la chemioterapia 7 + 3, in uno studio di Fase III di pazienti adulti  con t-AML o AML-MRC di nuova diagnosi.

Questo farmaco rappresenta un’opzione di trattamento chemioterapico specifica per pazienti adulti con t-AML o AML-MRC. 

Questo farmaco ha ricevuto la designazione di farmaco orfano (ODD) dalla Commissione europea nel gennaio 2012, con la conferma dell'ODD nel luglio 2018 in seguito alla valutazione del comitato per i medicinali orfani (EMA-COMP) e dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti nel settembre 2018, per il trattamento dell'AML.

Nell'agosto 2018, la Commissione europea ha approvato questo farmaco per il trattamento di adulti con t-AML o AML-MRC di nuova diagnosi in tutti gli Stati membri dell'Unione europea.

Pubblicato il: 16-09-2019
Di:
FONTE : AIFA

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.