Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Spiegato perché invecchiando si ingrassi

Aumentano gli anni, ma anche i chili

Un team di scienziati ha dimostrato che invecchiando si ingrassa più facilmente a causa di un calo della capacità di immagazzinare e rimuovere i lipidi nel tessuto adiposo

3.5 di 5
Aumentano gli anni, ma anche i chili iStock

Solitamente, con l'avanzare dell'età, ad aumentare non sono solo gli anni ma anche i chili: indipendentemente da quanto si mangi si tende, infatti, ad ingrassare. A tentare di fornire una spiegazione di questo fenomeno è stato un team di ricercatori del Karolinska Institutet di Stoccolma, in collaborazione con l'Università di Uppsala e l'Università di Lione: nel loro studio, pubblicato su Nature Medicine, gli scienziati hanno dimostrato che invecchiando si ingrassa più facilmente a causa di un calo della capacità di immagazzinare e rimuovere i lipidi nel tessuto adiposo.

Il team ha analizzato, nell'arco di 13 anni, le cellule adipose di 54 individui, sia uomini che donne; riscontrando che, in entrambi i sessi, si verifica nel tempo un progressivo calo del turnover lipidico nel tessuto adiposo, ovvero della velocità con cui i lipidi vengono rimossi o immagazzinati nelle cellule adipose. Sarebbe dunque proprio questo ciò che predispone ad un aumento di peso: anche coloro che continuano a mangiare normalmente, non compensando questo calo con una diminuzione dell'apporto calorico, aumentano il peso corporeo in media del 20%. I risultati indicano, per la prima volta, che i processi nel nostro tessuto adiposo regolano le variazioni del peso corporeo durante l'invecchiamento in modo indipendente da altri fattori; ciò potrebbe aprire la strada a nuove strategie per trattare l'obesità.

Successivamente, gli scienziati hanno esaminato il turnover lipidico in 41 donne sottoposte a chirurgia bariatrica per capire in che modo il tasso di turnover lipidico potesse influenzare la loro capacità di mantenere la perdita di peso a distanza di 4-7 anni dall'intervento. Dai risultati è emerso che solamente coloro che avevano un basso tasso di turnover prima dell'intervento sono riuscite a aumentarlo e, quindi, a mantenere la perdita di peso. Stando a quanto emerso dallo studio, una delle possibili strategie per risvegliare un turnover lipidico lento è quella di praticare più attività fisica, come già dimostrato da ricerche condotte in precedenza.

Pubblicato il: 12-09-2019
Di:
FONTE : Nature Medicine

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.