Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Le nuove frontiere della genetica

Nuove speranze per l'eradicazione del virus HIV

Un nuovo trattamento che unisce farmaci antiretrovirali di ultima generazione alla cosiddetta tecnica Crispr-Cas9 potrebbe, in un futuro prossimo, liberare i malati dal virus dell'HIV

4 di 5
Nuove speranze per l'eradicazione del virus HIV iStock

Nuove speranze di trattamento per i malati di HIV, la cui malattia potrebbe in futuro venire eradicata grazie ai risultati ottenuti da un recente studio di un team di scienziati della Temple University, pubblicato su Nature Medicine. Stiamo parlando di un trattamento combinato, che unisce farmaci antiretrovirali di ultima generazione alla cosiddetta tecnica Crispr-Cas9 Necessaria a liberare le cellule intaccate dal DNA del virus. Attualmente la tecnica è stata sperimentata con ottimi risultati unicamente su modelli animali, ma  le speranze di future applicazioni anche su esseri umani sono alte.

Al momento la terapia d'elezione contro l’HIV è quella antiretrovirale, la quale sopprime la replicazione del virus pur non eradicandolo dal corpo; si tratta inoltre di una terapia che deve essere assunta  per tutta la vita: qualora il trattamento venga interrotto, infatti, l'infezione riprende forza tramite La replicazione del virus e ciò può portare allo sviluppo dell' AIDS. Per migliorare ciò i ricercatori hanno combinato la tecnica di editing con una strategia terapeutica recentemente sviluppata, basata sempre sugli antiretrovirali, chiamata Laser Art (long-acting slow effective release antiretroviral therapy), che rallenta la dissoluzione del farmaco, aumenta la durata della sua azione e riduce la frequenza della somministrazione. 

In altre parole gli scienziati hanno voluto verificare se la Laser Art fosse in grado di  sopprimere la replicazione dell’HIV, al punto da consentire poi alla Crispr-Cas9 di liberare completamente le cellule dal DNA del virus. Per testare questo approccio, gli autori hanno utilizzato topi ingegnerizzati che producevano linfociti T umani suscettibili all’infezione dell’hiv. Una volta contratto il virus, gli animali venivano trattati con la Laser Art e poi con la tecnica Crispr-Cas9.

Ebbene, combinando queste due strategie i ricercatori sono riusciti a raggiungere l’obiettivo: alla fine del trattamento in circa un terzo dei topi infetti il virus era stato completamente eradicato. Il prossimo passo sarà realizzare trial in primati non umani e possibilmente trial clinici in pazienti nell’arco di un anno.

Pubblicato il: 11-07-2019
Di:
FONTE : Nature Medicine

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.