Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Sentimenti no-vax nel Vecchio Continente

È principalmente europea la sfiducia nei vaccini

Dal primo Wellcome Global Monitor è emerso che i cittadini europei hanno una fiducia nei vaccini molto più bassa rispetto a quella della popolazione del resto del mondo

3.5 di 5
È principalmente europea la sfiducia nei vaccini iStock

Stando a quanto emerso dalla Wellcome Global Monitor 2018, pubblicata sul sito dell’associazione no-profit Wellcome, i cittadini europei sembrano dimostrare una fiducia nei vaccini molto più bassa  rispetto a quella della popolazione del resto del mondo. A livello globale, l’80% delle persone ritiene i vaccini uno strumento di prevenzione sicuro; fiducia che, tuttavia, cala quando ci si concentra  sul Vecchio Continente: in Europa occidentale solo 6 persone su 10 pensano di potersi fidare delle vaccinazioni,  fiducia che diminuisce ulteriormente spostandosi nell'Est Europa, dove sono di questa idea solo 4 persone su 10.

Lo studio, di grande portata, ha coinvolto 140.000 persone di 140 Paesi e ha fatto emergere, anzitutto, il  fatto che è nelle regioni ad alto reddito che si registra una più alta sfiducia nella sicurezza dei vaccini: tanto che a detenere il record negativo è un Paese ad alto sviluppo come la Francia, dove una persona su tre ritiene che le vaccinazioni non siano uno strumento di prevenzione sicuro. La fiducia nei vaccini è maggiore nelle zone del pianeta in cui malattie come difterite e morbillo sono ancora molto diffuse e procurano diverse vittime;  nei Paesi in cui queste malattie sono rare sembra quasi che la gente abbia dimenticato l'importanza dell'immunizzazione. 

Va precisato tuttavia che l'indagine è ricca di sfumature,  tanto che l'opinione sulla sicurezza dei vaccini non è sovrapponibile a quella sulla loro efficacia né a quella delle percentuali globali dei vaccinati: l’84% degli intervistati è convinto che i vaccini funzionino e il 92% dei genitori nel mondo dichiara di aver fatto vaccinare i propri figli almeno una delle malattie infantili. Per fare un esempio, in Europa occidentale il 77% della popolazione ritiene i vaccini efficaci, anche se solo il 59% li ritiene sicuri; ciò fai intuire che molti pensano ai vaccini come ad uno strumento di prevenzione efficace che, pur tuttavia, potrebbe presentare effetti collaterali.

In generale pare che laddove vi è una buona opinione sul personale medico da parte dei cittadini si registra una migliore disposizione anche verso le vaccinazioni; mentre nel Vecchio Continente i sentimenti antivax più che andare di pari passo con un’eventuale sfiducia nel sistema sanitario, sembrano riflettere una insoddisfazione verso le istituzioni in generale e la politica in particolare.

Pubblicato il: 09-07-2019
Di:
FONTE : Wellcome Global Monitor 2018

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.