Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Sempre più frequenti gli attacchi di panico e rabbia

8 giovani su 10 presentano disagi psicologici

Emerge una statistica preoccupante da un sondaggio promosso da Telefono Azzurro e Doxa Kids: su 611 soggetti dai 12 ai 18 anni l'80% presenta rabbia, difficoltà di concentrazione e ansia, ma solo uno su dieci è disposto a parlarne per farsi aiutare

3.25 di 5
8 giovani su 10 presentano disagi psicologici iStock

La giovinezza dovrebbe rappresentare il momento più gioioso e allegro della vita di una persona: pur con tutti i suoi problemi, è proprio nell'adolescenza che un giovane fa le prime esperienze, crea legami, stringe grandi amicizie e scopre l'amore, spesso tra i banchi di scuola. Eppure sembrerebbe che per i ragazzi di oggi la spensieratezza abbia lasciato il posto a incognite che vanno ben al di là del semplice, consueto, in qualche modo prevedibile periodo di ribellione alla figura del padre e della madre.

Secondo quanto rivelato durante un convegno sulla psichiatria infantile e dell'adolescente, promosso dall'Istituto Superiore di Sanità, 8 giovani su 10 presentano un qualche tipo di disagio psicologico dovuto ad ansia, rabbia, difficoltà di concentrazione o paura di deludere le aspettative, spesso proprio dei genitori. Ciò nonostante, sempre secondo quanto emerso dal medesimo sondaggio promosso da Telefono Azzurro e Doxa Kids su un campione di 611 soggetti dai 12 ai 18 anni, solo uno su 10 di questi adolescenti si è detto disponibile a parlarne, per farsi aiutare. 

Da questa ritrosia l'idea per risolvere la questione: utilizzare per una volta in maniera positiva le app, i social media e le chat come strumento per individuare e, se possibile, prevenire questo tipo di disagi psichici e comportamentali, che se non diagnosticati correttamente possono sfociare in vere e proprie patologie. Difficoltà di concentrazione, insonnia, attacchi di rabbia e panico sarebbero infatti tutt'altro che infrequenti nei nostri adolescenti: la risposta potrebbe essere proprio nei dispositivi elettronici che i millenials, nativi digitali, utilizzano quotidianamente. 

Pubblicato il: 24-05-2019
Di:
FONTE : Istituto Superiore Sanità, Telefono Azzurro, Doxa Kids

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.