Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Il suo nome è Candida auris

Un nuovo fungo resistente ai farmaci

Altamente resistente ai farmaci e capace di infettare completamente i locali in cui si trovano i pazienti: si chiama Candida auris ed è un fungo recentemente inserito nella lista dei germi che possono essere considerati 'minacce impellenti'

3.5 di 5
Un nuovo fungo resistente ai farmaci iStock

Si chiama Candida auris ed è un fungo noto alla comunità scientifica già da una decina di anni ma aggiunto solo ora, dal Center for Disease Control and Prevention (il più importante organo di controllo sulla sanità pubblica americana), alla lista dei germi che possono essere considerati ‘minacce impellenti’. Ciò che ha motivato a compiere questa scelta - riportata dal New York Times - è stato un caso, avvenuto lo scorso maggio, relativo a un anziano signore, ricoverato in un ospedale americano a seguito di un’infezione da parte di questo fungo: i medici posero il paziente in isolamento in terapia intensiva, ma dopo 3 mesi morì. A sopravvivere fu invece la C. auris, che invase tutta la stanza, al punto che l’ospedale ebbe bisogno di un’attrezzatura speciale per bonificarla e dovette sostituire soffitto e pavimento.

Per la precisione la Candida auris è un lievito del genere Candida; è lo stesso della Candida albicans, che causa la sessualmente trasmissibile candidosi vaginale. Ma i sintomi della C. auris sono, a confronto, più gravi: febbre, dolori muscolari e affaticamento. Il problema è che essendo sintomi simili a quelli di altre malattie, tra cui l’influenza, non è facile diagnosticare un’infezione da C. auris. Tuttavia questo fungo non è pericoloso tanto per i sintomi che produce, quanto piuttosto per il fatto sa resistere alla maggior parte dei farmaci comunemente impiegato contro questi tipi di infezioni: secondo il CDC, più del 90% delle infezioni da C. auris resiste ad almeno uno di questi farmaci, il 30% resiste a due o più.

E’ bene chiarire comunque che la Candida auris risulta pericolosa solo per i soggetti con un sistema immunitario debole o indebolito - come i neonati e gli anziani - e per le persone malate - come i diabetici e coloro che soffrono di disturbi autoimmuni. Purtroppo gli scienziati temono che senza lo sviluppo di nuovi farmaci il fungo potrebbe diventare pericoloso anche per le persone in salute. Peraltro il fenomeno non riguarda solo questa specie, ma anche tanti altri batteri e funghi che hanno sviluppato una resistenza ai farmaci più diffusi. Oltre che sviluppare nuove cure, ciò che si può fare per scongiurare i rischi legati a questi nuovi organismi è ridurre, per quanto possibile, il ricorso ad antibiotici e antimicotici.

Pubblicato il: 10-04-2019
Di:
FONTE : New York Times

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.