Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Finanziare 2 ricerche sul microbiota

Un'iniziativa per la promozione dell'avanzamento scientifico: due erogazioni di 40 mila euro per altrettante ricerche

3.5 di 5
Finanziare 2 ricerche sul microbiota iStock

Fino al 20 aprile, sono chiamati a candidarsi ricercatori e studiosi di diversi settori scientifici che abbiano interesse allo studio del microbiota (gastroenterologi, endocrinologi, neurologi, rumatologi, psichiatri, ginecologi, pneumologi, odontoiatri, pediatri, geriatri, oncologi, osteoporologi, diabetologi, dietologi, nutrizionisti, obesologi, otorintolaringioiatri, urologi, nefrologi, fisiatri, cardiologi, chirurghi, microbiologi, igienisti).

Si richiede che il progetto sia strutturato con caratteristiche di interdisciplinarietà, sia innovativo e contenga un elevato potenziale di ricaduta sulla pratica clinica corrente.

Nell’intestino umano, dall’orofaringe al retto, albergano circa 200 mila miliardi di organismi unicellulari, appartenenti a più di 1500 specie diverse che formano complesse comunità e che sono considerati un vero e proprio organo del corpo umano, in grado di svolgere un gran numero di funzioni.

Si tratta, in prevalenza, di batter, che costituiscono il Microbiota intestinale e che svolgono un ruolo molto importante nell’assicurare un delicato equilibrio con l’ospite che, quando si altera, può favorire lo sviluppo di numerose patologie che nell’anziano contribuiscono allo sviluppo del decadimento funzionale e della fragilità.

Grazie all’ accordo tra l’Accademia di Medicina di Torino, un’istituzione culturale autonoma e la società Beni di Batasiolo  uno dei produttori vinicoli più grandi e importati del cuore delle Langhe, sono disponibili nuovi fondi alla ricerca come supporto all’innovazione in ambito medico-specialistico.

Il debutto della collaborazione  consiste in due erogazioni di 40 mila euro per altrettante ricerche.

Il tema del primo bando è il microbiota: il finanziamento andrà quindi alle migliori proposte di ricerca che approfondiscano la relazione cibo-microbiota-salute, attraverso un approccio che tenga conto di vari aspetti medici, biologici e molecolari.

Un’apposita commissione composta da studiosi di elevato livello scientifico e nominata dall’Accademia di Medicina di Torino sarà chiamata a valutare i progetti presentati sulla base di criteri di originalità, innovatività, valore scientifico, interdisciplinarietà e traslazionalità.

Il percorso di valutazione prevede due step: in una prima fase, i candidati dovranno presentare un sintetico progetto preliminare; verrà poi operata la selezione dei migliori progetti, i cui presentatori saranno invitati a sottoporre i progetti in una versione più estesa, tra i quali verranno scelti i due vincitori.

Per compilare la domanda è attiva la nuova piattaforma https://www.bandomicrobiota.it/ raggiungibile anche dall’homepage dell’Accademia di Medicina di Torino www.accademiadimedicina.unito.it

Pubblicato il: 29-03-2019
Di:
FONTE : Redazione - Comunicato stampa

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.