Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute In Italia soffre di autismo un bambino su cento

Autismo e pesticidi: una possibile relazione

Secondo una recente ricerca inglese i bambini esposti a pesticidi, prima della nascita o nel primo anno di vita, presenterebbero un rischio più elevato di manifestare disturbi dello spettro autistico

3.33 di 5
Autismo e pesticidi: una possibile relazione iStock

L’autismo (anche se sarebbe più corretto parlare di disturbi dello spettro autistico) è una condizione di disordine neuropsichico che coinvolge numerosi aspetti dello sviluppo emotivo, sociale e intellettivo di chi ne è affetto. Il soggetto autistico assume comportamenti ripetitivi e maniacali, difetta di capacità empatica, tende all’isolamento e manifesta ritardi nell’apprendimento. Si tratta di una condizione in aumento nei Paesi industrializzati, solo in Italia ne è affetto l’1% della popolazione infantile.

Per quanto riguarda le cause, da tempo è stata dimostrata l’infondatezza della tesi che poneva una relazione tra vaccini e autismo, le evidenze scientifiche hanno dimostrato invece l'importanza di fattori genetici. Ora, un recente studio pubblicato sul British Medical Journal sembra dimostrare che i bambini esposti a pesticidi, prima della nascita o nel primo anno di vita, presentino un rischio più elevato di manifestare disturbi dello spettro autistico. Questo rischio, normalmente lieve o moderato, aumenterebbe nelle forme gravi di autismo e arriverebbe in alcuni casi al 50% di probabilità in più.

A giungere a questa conclusione sono stati alcuni ricercatori dell'Università della California, i quali hanno utilizzato i dati di quasi 3mila piccoli pazienti con una diagnosi di autismo e quelli di 35mila pazienti sani; tutti nati nello stesso anno, nella Central Valley della California, regione fortemente agricola. I loro dati sono stati incrociati con quelli relativi all'utilizzo di 11 sostanze antiparassitarie di uso comune, tra le quali: glifosato, diazinone, permetrina.

E’ emerso così che le donne che durante la gravidanza vivevano in un raggio di 2 km da un'area altamente sottoposta a uso di pesticidi avevano il 10-15% di probabilità in più di dare alla luce bambini con diagnosi di autismo. Questo rischio aumentava fino a circa il 30%, nei casi in cui il bambino aveva una forma grave di autismo. Per alcuni pesticidi, infine, l'esposizione durante il primo anno di vita ha provocato un aumento del rischio fino al 50%. Dal punto di vista della salute pubblica, i ricercatori ritengono che questi risultati implichino la necessità di evitare l’esposizione ai pesticidi per proteggere il cervello del bambino in via di sviluppo.

Pubblicato il: 26-03-2019
Di:
FONTE : British Medical Journal

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.