Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Importante garantire alle madri adeguata vitamina D

Poca vitamina D alla nascita e più rischio di schizofrenia

Da uno studio è emerso che i neonati con un deficit di vitamina D avevano un rischio superiore del 44% di sviluppare la schizofrenia

3.5 di 5

A seguito di un'approfondita analisi statistica, condotta sui dati di oltre 2600 persone abitanti in danimarca, un team di ricercatori dell'australiana Università del Queensland e della danese Università di Aarhus ha scoperto che una carenza di vitamina D alla nascita può aumentare sensibilmente il rischio di sviluppare schizofrenia, ovvero quella forma di psicosi cronica caratterizzata dalla persistenza di sintomi di alterazione delle funzioni cognitive e percettive, del comportamento e dell'affettività.

I ricercatori, coordinati dal professor John McGrath, sono giunti a questa conclusione - pubblicata su Scientific Reports - dopo aver misurato le concentrazioni di vitamina D nei campioni di sangue dei partecipanti, prelevati all'epoca della nascita. Si è potuto così osservare che i neonati con un deficit di vitamina D avevano un rischio superiore del 44% di sviluppare la schizofrenia: un dato statistico estremamente significativo, ma non l'unico in grado di spiegare l'insorgenza di questa patologia. Sono infatti ritenuti responsabili anche fattori ambientali, genetici, sociali e psicologici, sebbene la carenza di vitamina D possa giocare un ruolo fondamentale in numerosi casi. Secondo gli scienziati, l'8% dei pazienti schizofrenici presi in esame avrebbe sviluppato la condizione proprio a causa di una carenza della vitamina.

Gli scienziati hanno preso in esame pazienti inclusi nel registro nazionale danese poiché studi passati avevano dimostrato che in Paesi ad elevata latitudine (come appunto la Danimarca) il rischio schizofrenia aumenta nei mesi invernali, quando le ore di luce solare sono estremamente ridotte. Dato che la sintesi della vitamina D è legata proprio all'esposizione ai raggi solari, è nata l'idea che potesse esserci un legame tra la bassa concentrazione della vitamina e il rischio di schizofrenia, come poi è effettivamente emerso dallo studio. Inoltre, dato che il feto in via di sviluppo dipende totalmente dalla vitamina D della madre, i risultati suggeriscono che garantire alle donne in gravidanza livelli adeguati di vitamina D può comportare la prevenzione di alcuni casi di schizofrenia.

Pubblicato il: 10-12-2018
Di:
FONTE : Scientific Reports

© 2019 sanihelp.it. All rights reserved.