Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Un disturbo mentale difficilmente riconoscibile

Come puoi sapere se hai a che fare con uno psicopatico?

Uno studio, recentemente pubblicato su The Conversation, illustra i segnali tipici della psicopatia

3.5 di 5
Come puoi sapere se hai a che fare con uno psicopatico? iStock

La psicopatia è un disturbo mentale caratterizzato principalmente da un comportamento antisociale persistente, deficit di empatia e di rimorso, emozioni nascoste, egocentrismo ed inganno. Spesso gli psicopatici sembrano persone normali: simulano emozioni che in realtà non provano, o mentono sulla propria identità. Dunque come si può riuscire a sapere se si sta frequentando un individuo affetto da questo disturbo? La risposta ce la fornisce un articolo di recente pubblicazione su The Conversation, a firma Calli Tzani-Pepelasi (ricercatrice in psicologia dell'Università di Huddersfield), che indica i segnali tipici di uno psicopatico.

MENZOGNA. Gli psicopatici hanno una spiccata abilità a mentire, raccontano bugie su qualsiasi cosa, soprattutto per ottenere ciò che desiderano. È molto difficile smascherarli perché sono dei veri e propri esperti; la diffidenza, dunque, è d'obbligo.

MANIPOLAZIONE. Nei contraddittori lo psicopatico cerca di farvi sentire in colpa assumendo il ruolo di vittima, così da farvi cedere ai suoi desideri.

ASSENZA DI RIMORSO. Sensi di colpa e rimorsi non fanno parte della vita di uno psicopatico. Secondo la scienza, nel cervello dello psicopatico si registra, infatti, una ridotta attività della corteccia cingolata anteriore che ha il compito di occuparsi della moralità, dell'impulso al controllo e delle emozioni.

AUTOSTIMA. Lo psicopatico è solitamente fornito di un eccesso di autostima, che si rende manifesto in particolare in relazione ai suoi tentativi di distruggere l'autostima altrui. Il fine è quello di riuscire a controllare le persone a cui si relaziona.

ASSENZA DI EMPATIA. Un altro grande limite dello psicopatico è il suo rapporto con l'empatia che spesso sceglie di ignorare, pur essendo consapevole del comportamento scorretto messo in pratica.

NARCISISMO. Lo psicopatico è spesso un grande narcisista, la qual cosa lo porta frequentemente all'infedeltà.

PARASSITISMO. Lo psicopatico vive i rapporti di coppia come un parassita: nell'ambito di ogni relazione prende e raramente dà. Le relazioni a cui è interessato sono quelle che gli portano vantaggi o che lo mettono alla prova: ma una volta raggiunto il proprio obbiettivo, l'altro cessa di interessarlo.

Pubblicato il: 06-12-2018
Di:
FONTE : The Conversation

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.