Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

In cucina con l'erìsimo

Molti conoscono l'erisimo per la sua capacità di far tornare la voce in caso di afonia, ma un libro svela il suo potenziale utilizzo in gastronomia

3.5 di 5
In cucina con l'erìsimo iStock

Un libro di ricette, ma non uno dei tanti. 

In cucina con l’erìsimo – le nostre ricette con l’erba dei cantanti, contiene, infatti,  15 ricette con un protagonista molto particolare, l’erisimo, una pianta nota ai più per le sue proprietà fitoterapiche.

L’appellativo erba dei cantanti, infatti, lo deve al fatto che è in grado di ridonare un po’ di voce in caso di afonia, ma può contare anche su un ampio utilizzo in cucina.

Il libro è stato scritto da tre ricercatori e docenti del Dipartimento di Scienze per gli Alimenti, la Nutrizione e l’Ambiente -DeFENS-  dell’Università degli Studi di Milano, Angela Bassoli, Gigliola Borgonovo e Leonardo Scaglioni e si apre con una prefazione di Alberto Capatti, storico della gastronomia.

Rappresenta uno dei prodotti di divulgazione del progetto Erìsimo a Milano, realizzato con Università degli Studi di Milano, Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano e Fondazione Cariplo

Il volume è composto di alcuni brevi capitoli che introducono il lettore nel mondo del Sisymbrium officinale, spiegando  dove si trova, come si cucina, che sapore ha e soprattutto perché si è voluto realizzare questo ricettario.

Consta di tre sezioni: la prima Studenti e Professori è composta da ricette realizzate dai ragazzi della scuola professionale alberghiera Amerigo Vespucci di Milano e da un loro insegnante. L’erisimo, per loro,  è stato infatti oggetto di una vera e propria attività didattica che ha coinvolto i ragazzi di due classi terze e che si è conclusa con la presentazione di alcuni di questi piatti al pranzo di gala di fine anno scolastico 2017-18.

Nella sezione Cuochi  si possono leggere le ricette dei professionisti del settore:  giovani cuochi, chef stellati, specialisti del wild o della ristorazione da asporto, cuochi tradizionali o tecnologici che propongono le loro idee sull’erìsimo. 

Sono idee sicuramente fresche, in quanto la maggior parte di loro non aveva mai usato prima questa pianta in cucina.

Nella sezione scienziati, infine, vengono suggerite ricette che arrivano dai percorsi professionali dei proponenti, come la bevanda fermentata ideata da una microbiologa o il voice drink che scaturisce da ricerche di fitochimica e foniatria. 

Altre sono invece omaggi puri e semplici a due doti importanti per un ricercatore: la capacità di immaginare l’inesistente, che troviamo nella  Voce d’ambra, e il lavoro di gruppo, che è stato importante per realizzare in alcuni anni e diverse tesi di laurea la generosa birra del cantante.

Per presentare degnamente il libro frutto di questa originale esperienza il 30 novembre ci sarà alle 14.00 presso la Facoltà di Scienze Agrarie e Alimentari  l’incontro scientifico UN ANNO DI ERISIMO A MILANO: risultati della ricerca agronomica, alimentare e sul territorio sul Sisymbrium officinale che presenterà i risultati dei lavori di ricerca e sperimentazione compiute all’interno del progetto.

Alle 18.00 all’Auditorium Stefano Cerri sarà possibile godere del concerto  A PIÙ VOCI: Silvia Zaru Quartet meets Ladies in Tune, per immergersi nelle atmosfere del miglior jazz e dell’epoca d’oro dello swing.

Subito prima ci sarà la presentazione del libro. 

Nello spirito del progetto e della Fondazione Cariplo, il libro sarà scaricabile  gratuitamente in versione elettronica; alcune copie cartacee saranno anche distribuite ai presenti durante la presentazione ufficiale.

«è il momento conclusivo di un progetto molto ben articolato. La prof.ssa Bassoli, una delle autrici del libro, ha condotto per tutto quest’anno un progetto unico nel suo genere. Dal ritrovare l’erisimo proprio in un’aiuola di Via Colombo, al riprodurlo in aziende biologiche. Ora una nuova semina che produrrà una quantità di piante utile allo studio dei principi attivi e dei loro tessuti target. Ma allo stesso tempo ha mosso i cittadini a cercare l’erisimo in città e fare una mappa dei luoghi di ritrovo. Ha promosso incontri con medici, botanici, attori, nutrizionisti e ora un concerto e il libro di ricette per diffondere la conoscenza di questa pianta.- Racconta Orietta Calcinoni otorinolaringoiatra e foniatra teatrale, una delle maggiori esperte di cura della voce nei cantanti professionisti che conclude- Ed infine, sulle tracce di Linneo, si è iniziato a compilare il database Herbs for Voice che per ora mira a catalogare le piante tradizionalmente usate nel mondo per i problemi di voce, i loro principi attivi, i recettori che riconoscono nel nostro corpo. Questo permetterà uno studio documentato scientificamente su terapie tradizionali che risalgono a Greci, Egizi e Cinesi. Ed un grazie ai Colleghi di tutto il mondo che abbiamo contattato e che ci hanno trasmesso le piante usate dai loro Pazienti, dai cantanti di fado ai cori ortodossi».

Pubblicato il: 28-11-2018
Di:
FONTE : Un anno di erisimo a Milano

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.