Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute L'artrite reumatoide non origina nelle articolazioni

Smog e artrite reumatoide: scoperto un collegamento

Secondo un team di ricercatori della Sapienza il particolato prodotto dai motori diesel Euro 4 ed Euro 5 avrebbe un ruolo cruciale nell'insorgenza dell'artrite reumatoide

3.5 di 5
Smog e artrite reumatoide: scoperto un collegamento iStock

Secondo uno studio, effettuato da un team di ricercatori della Sapienza di Roma e pubblicato sulla rivista scientifica Cell Death & Disease, lo smog potrebbe aumento il rischio di sviluppare malattie autoimmuni. Nello specifico sarebbe il particolato prodotto dai motori diesel ad avere un ruolo cruciale nell'insorgenza dell'artrite reumatoide, una malattia autoimmune caratterizzata dall'infiammazione cronica delle articolazioni.

Negli ultimi anni la scienza ha acquisito una sempre maggiore conoscenza circa il fatto che l'artrite reumatoide non origina nelle articolazioni, bensì a livello della mucosa bronchiale. È proprio partendo da questa consapevolezza che i ricercatori sono andati alla ricerca di altri fattori ambientali scatenanti la malattia, svelando il ruolo cruciale dello smog.

Per giungere a questa conclusione gli scienziati dell'Università romana si sono concentrati sulle cellule dell'epitelio bronchiale, ponendole in cultura insieme a nanoparticelle carboniose, uno dei principali componenti derivanti dalla combustione dei motori diesel Euro 4 ed Euro 5. È emerso così che il particolato atmosferico proveniente dai gas di scarico provocava effetti dannosi sulla vitalità e sulla funzionalità di queste cellule, le quali andavano incontro ad autofagia, un meccanismo di sopravvivenza che si attiva in condizioni estreme.

Inoltre, contemporaneamente a questa forma di autodigestione, le cellule esprimevano sulla loro superficie le cosiddette proteine citrullinate, fortemente collegate all'artrite reumatoide. La citrullinazione è un meccanismo che normalmente la cellula utilizza per regolare la funzione delle proteine. Nelle persone affette da artrite reumatoide, però, questo processo fisiologico va fuori controllo: in questi pazienti, infatti, si osserva una sovrapproduzione e un accumulo delle proteine citrullinate, e una conseguente produzione di specifici anticorpi (gli anti-Acpa) diretti contro le cellule che presentano queste proteine sulla loro membrana, che a loro volta scatenano la risposta infiammatoria caratteristica della malattia.

Pubblicato il: 09-11-2018
Di:
FONTE : Cell Death & Disease

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.