Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Per la prima volta al mondo

Torna a camminare dopo la paralisi degli arti inferiori

È accaduto negli Stati Uniti, grazie alla combinazione di una stimolazione elettrica del midollo spinale e di una terapia riabilitativa specifica

4 di 5
Torna a camminare dopo la paralisi degli arti inferiori iStock

Grazie alla combinazione di una stimolazione elettrica del midollo spinale e di una terapia riabilitativa specifica, per la prima volta al mondo, un paziente con paralisi completa degli arti inferiori è stato messo nelle condizioni di tornare a camminare in modo indipendente. Sino ad oggi era un assunto il fatto che una grave lesione del midollo spinale, che disconnetta i centri cerebrali superiori che guidano il movimento dal circuito del midollo spinale, situato al di sotto della lesione, provochi una paralisi quasi irreversibile. Tuttavia, dato che era già stato dimostrato che la stimolazione elettrica del midollo spinale aveva un potenziale terapeutico nell'uomo, facilitando le contrazioni muscolari volontarie e consentendo anche ai pazienti di stare in piedi, gli autori della ricerca americana - Kristin Zhao e Kendall Lee, della Mayo Clinic di Rochester - hanno seguito questa strada e sono riusciti a giungere al primo caso di 'recupero della camminata' in un soggetto con paralisi completa degli arti inferiori a seguito di una lesione del midollo spinale.

Questo importantissimo risultato, pubblicato su Nature Medicine e ottenuto dopo 43 settimane di studio, ha visto impiantare nel paziente un dispositivo di stimolazione spinale elettrica. Ciò, dopo un periodo di riabilitazione multimodale specifico, ha consentito al paziente di produrre una contrazione intenzionale dei muscoli delle gambe tale da supportare non solo la posizione eretta, ma anche il passo. Attivando lo stimolatore il paziente è riuscito a fare un passo, con entrambe le gambe, usando un deambulatore a ruote anteriori su un tapis roulant. Anche se non ha potuto fare a meno dell'assistenza del trainer per mantenere l'equilibrio mentre camminava sul terreno col deambulatore.

Secondo gli autori saranno comunque necessarie ulteriori ricerche per studiare in che modo l'allenamento riabilitativo interagisce con la stimolazione elettrica, per riuscire a recuperare le funzioni motorie perse e capire se è la strada giusta anche per pazienti con diversi tipi di lesione.

Pubblicato il: 27-09-2018
Di:
FONTE : Nature Medicine

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.