Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Un decesso ogni venti è legato al consumo di alcol

L'Oms mette in guardia: troppe morti a causa degli alcolici

Attualmente a consumare alcolici sono circa 2,3 miliardi di persone e, purtroppo, le attuali tendenze e proiezioni indicano un aumento previsto del consumo globale pro capite nei prossimi 10 anni

3.5 di 5
L'Oms mette in guardia: troppe morti a causa degli alcolici iStock

Un ultimo preoccupante allarme giunge dall'Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), in particolare da un suo recente report, il Global status report on alcohol and health 2018, che restituisce un quadro tutt'altro che rassicurante sugli alcolici e sulle malattie ad essi connesse: è emerso, infatti, che nel 2016 sono state oltre 3 milioni le persone morte a causa del consumo di alcol nel mondo; un decesso su venti è legato agli alcolici e più di tre quarti dei morti sono uomini.

Tra tutti i decessi attribuiti all'alcol abbiamo che: il 28% è dovuto a infortuni, come incidenti stradali, autolesionismo e atti di violenza interpersonale; il 21% relazionato a disturbi digestivi; il 19% dovuto a malattie cardiovascolari; infine, i restanti decessi sono collegati a malattie infettive, tumori, disturbi mentali e altre condizioni di salute. A livello mondiale si stima che 237 milioni di uomini e 46 milioni di donne soffrano di disturbi dovuti all'alcol, con la più alta prevalenza in Europa (14,8% uomini e 3,5% donne) e nelle Americhe (11,5% e 5,1%); inoltre, emerge che i disturbi legati all'alcol sono più comuni nei Paesi ad alto reddito.

Circa 2,3 miliardi di persone attualmente bevono e, purtroppo, le attuali tendenze e proiezioni indicano un aumento previsto del consumo globale pro capite di alcolici nei prossimi 10 anni, in particolare nelle regioni del sud-est asiatico, del Pacifico occidentale e nella regione delle Americhe. Il consumo medio giornaliero delle persone che bevono alcolici è di 33 grammi di alcol puro al giorno, che equivalgono a circa 2 bicchieri di vino (ciascuno da 150 ml), una bottiglia grande di birra (750 ml) o due shot di superalcolici (ciascuno da 40 ml). In tutto il mondo, più di un quarto (27%) di tutti i ragazzi di 15-19 anni beve. I tassi di consumo di alcol sono i più alti tra i 15 e i 19 anni: 44% in Europa (44%), 38% nelle Americhe e nei Paesi del Pacifico occidentale. Inoltre, secondo diverse indagini scolastiche, in molti Paesi l'assunzione di alcol inizia già prima dei 15 anni, con differenze molto piccole tra ragazzi e ragazze.

Secondo il coordinatore dell'unità Gestione dell'abuso di sostanze dell'Oms, Vladimir Poznyak, gli Stati possono fare molto di più per ridurre i costi sanitari e sociali del consumo dannoso di alcol, come l'aumento delle tasse sulle bevande alcoliche, divieti o restrizioni sulla pubblicità di alcolici e la limitazione della disponibilità fisica di alcolici.

Pubblicato il: 24-09-2018
Di:
FONTE : Global status report on alcohol and health 2018

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.