Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute Un disturbo che colpisce il 12% della popolazione

Emicrania: anche negli uomini è colpa degli estrogeni

Da uno studio olandese è emerso che i maschi con alti livelli di questi ormoni potrebbero essere più suscettibili al disturbo

4 di 5
Emicrania: anche negli uomini è colpa degli estrogeni iStock

Per molti l’emicrania è un disturbo fortemente invalidante, colpisce infatti il 12% della popolazione mondiale, in particolare quella femminile: in un rapporto di 3 a 1 rispetto agli uomini. Tra i fattori scatenanti questa forma di cefalea vi sono gli estrogeni, gli ormoni sessuali femminili, che hanno un ruolo fondamentale nell'influenzare sia la frequenza che l'intensità degli attacchi di emicrania tra le donne. Discorso, questo, che potrebbe valere anche per gli uomini: un recente studio - pubblicato su Neurology ed effettuato da ricercatori dell’olandese Università di Leiden - sembra infatti aver individuato un'associazione tra estrogeni e mal di testa negli uomini, scoprendo che i maschi con alti livelli di questi ormoni potrebbero essere più suscettibili al disturbo.

Per giungere a questa conclusione, i ricercatori olandesi hanno coinvolto 39 volontari 47enni, di cui 17 avevano in media 3 episodi al mese di emicrania, mentre gli altri non soffrivano di questo disturbo (gruppo di controllo). I ricercatori hanno prelevato 4 campioni di sangue da ciascun partecipante in un solo giorno (ogni tre ore circa), per misurare e confrontare i loro livelli ormonali di un estrogeno, l'estradiolo, e del testosterone. Per gli uomini che soffrivano di emicrania, i campioni di sangue sono stati prelevati nei giorni in cui non avevano mal di testa, fino a quando i singoli partecipanti presentavano il primo attacco.

Ebbene, è emerso che gli uomini che soffrono di emicrania hanno livelli più alti di estrogeni tra due attacchi, rispetto agli uomini sani; mentre i livelli di testosterone sono risultati simili in entrambi i gruppi. Ciò, precisano i ricercatori, determina dunque un rapporto più basso tra testosterone ed estrogeni nei partecipanti con l'emicrania, rispetto a quello del gruppo di controllo. Un risultato questo che è stato confermato anche attraverso delle interviste, nelle quali la maggior parte dei partecipanti che soffrivano di emicrania (il 61%) raccontavano di aver avuto i sintomi che sono tipicamente associati a una carenza di testosterone, come un tono dell'umore più basso, minor energia e disturbi sessuali.

Pubblicato il: 05-07-2018
Di:
FONTE : Neurology

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.