Sondaggio

Sondaggio

La scelta vegetariana: perché lo fai?
Vota

Terme di Comano

Comano: valle della salute
Vai allo speciale

Salute I benefici della vitamina B

Ricordare i sogni grazie alla vitamina B6

Secondo un recente studio australiano, la vitamina B6 sarebbe in grado di aiutare a ricordare i sogni se assunta poco prima di dormire

3.5 di 5
Ricordare i sogni grazie alla vitamina B6 iStock

Stando a quanto emerso da un recente studio, condotto condotto da un gruppo di ricercatori dell’australiana Università di Adelaide e pubblicato su Perceptual and Motor Skills, la vitamina B6 - una delle vitamine del gruppo B essenziali per il corretto funzionamento del sistema nervoso - sembra essere in grado di aiutare a ricordare i sogni se assunta poco prima di dormire.

Per giungere a questa conclusione gli scienziati sono partiti da quanto suggerito da precedenti ricerche, ossia che la vitamina B6 riesca a potenziare l’intensità dei sogni in termini di vividezza e forza emotiva. Per verificare se ciò fosse vero i ricercatori australiani hanno reclutato un centinaio di volontari adulti per un trial randomizzato in doppio cieco. 

I partecipanti sono stati suddivisi in tre gruppi: il primo composto da coloro che assumevano 240 milligrammi di vitamina B6 per 5 giorni, subito prima di coricarsi; il secondo composto dai volontari a cui venivano somministrati 240 mg di generiche vitamine del complesso B, inclusa la B6; infine il terzo gruppo i cui membri prendevano un semplice placebo.

A questo punto, utilizzando un particolare parametro - il Dream Quantity, ovvero la misura della quantità di contenuti richiamati alla mente dopo il riposo - si è provato a misurare i ricordi relativi ai sogni effettuati. Ebbene, è emerso che coloro i quali avevano assunto soltanto la vitamina B6 avevano ricordi più precisi, riferendo ben il 64% di contenuti in più rispetto al gruppo placebo. Tra coloro che avano assunto il complesso vitaminico B, compresa la B6, non si registrava invece alcuna particolare intensificazione mnemonica: probabilmente perché una delle vitamine del gruppo B annullava l’effetto della B6.

Ma l’ipotesi di partenza, ossia che l’intensità dei sogni possa risultare aumentata, non è stata invece confermata dallo studio australiano, che non rileva alcun cambiamento – in termini di sogni più vividi – nel gruppo che aveva assunto la vitamina B6. Una spiegazione di ciò potrebbe risiedere nel fatto che i partecipanti assumevano già con la dieta una buona quantità di questa sostanza e la supplementazione è andata ad agire soltanto sulla quantità di ricordi dei sogni e non sulla loro vividezza.

Pubblicato il: 07-05-2018
Di:
FONTE : Perceptual and Motor Skills

© 2018 sanihelp.it. All rights reserved.